Il suo post su Facebook non viene capito, donna minacciata di morte

(Websource / Facebook)

Una madre inglese ha ricevuto minacce di morte via social per aver condiviso una foto – modificata – in cui sua figlia di pochi mesi è ritratta con un piercing fittizio sulla guancia. Tantissimi utenti non si sono accorti del ritocco e hanno inveito pesantemente contro la giovane madre, di nome Enedina Vance, arrivando a minacciarla di morte e di chiamare i servizi sociali. A trarre in inganno gli utenti del popolare social network è stata con ogni probabilità la didascalia con cui Enedina ha accompagnato la foto: “E’ bellissima vero? So solo che l’adorerà!! Mi ringrazierà quando sarà più grande. Se deciderà che le non piace, potrà semplicemente toglierselo. “Io sono il genitore, è MIA figlia e faccio ciò che mi pare!! Prendo io tutte le decisioni che la riguardano finché non avrà 18 anni. L’ho fatta io, è mia!! Non ho bisogno del permesso di nessuno, penso che sia più bella così e quindi l’ho bucata sulla guancia. Non si tratta di abuso!! Se lo fosse, sarebbe illegale, ma non lo è. La gente mette orecchini ai bambini ogni giorno, non è diverso”. Dopo l’insurrezione social, Enedina si è vista costretta a specificare la natura fittizia del suo post, facendo riferimento all’hashtag #Sarcarsm cui in pochi avevano fatto caso: “Wow, come spero abbiate capito, il mio ultimo post era un FAKE. Ho modificato la foto con photoshop”. “Non riesco seriamente a creder a quante persone non abbiano capito che questo era un post puramente satirico, ho usato apposta l’hashtag #sarcarsm ma sono arrivata a ricevere minacce di morte”. L’intento di Enedina era esattamente l’opposto, ovvero sensibilizzare l’opinione pubblica circa la pratica della circoncisione infantile: “E’ ironico che siano pronti ad ammazzarmi per il piercing sul mio bambino pur avendo usato la stessa identica scusa per circoncidere i loro”.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI