Arrestata una sedicenne, gestiva un giro di prostituzione minorile

Websource/News.com

La polizia californiana è rimasta sorpresa quando a scoperto che dietro al giro di prostituzione di ragazze minorenni ad Handford c’era una protettrice di soli 16 anni: Jelinajane Bedrijo Almario. Il tutto era cominciato come una forma di gioco, la ragazza aveva proposto ad alcune quattordicenni che frequentavano la stessa scuola un “lavoretto” che avrebbe fatto guadagnare loro un po’ di contante che avrebbero speso come meglio avrebbero voluto. Quindi è cominciata la fase di ricerca clienti: Jelinajane ha chiesto alle ragazze di mandarle delle foto in intimo e le ha successivamente postate in diversi siti d’incontro.

Nel giro di qualche settimana si è creato un vero e proprio giro di prostituzione al motel che si trova nella Highway 99, nella contea di Tulare (California). La protettrice gestiva il tutto come un adulto: organizzava gli incontri, chiedeva i pagamenti e, se necessario, mandava messaggi minacciosi ai clienti non paganti ed ai genitori delle ragazze qualora le cercassero durante il lavoro.

Presto, però, diverse segnalazioni di uno strano via vai al motel sono giunte alla polizia che, dopo qualche giorno d’indagine, è risalita alla gestrice del traffico umano. La Almario è stata arrestata il 16 maggio del 2016 quando aveva ancora 16 e condannata per sfruttamento della prostituzione minorile. Un secondo processo si è svolto il giorno dopo che la ragazza ha compiuto 18 anni (pochi giorni fa), in questo il giudice ha confermato la condanna per sfruttamento della prostituzione minorile e l’ha condannata a 13 anni di carcere.

F.S.