Lo scherzo del bullo è fatale, 13enne spacciato

(Websource / Dailymail)

Un ragazzino di 13 anni è morto a scuola in seguito ad una grave reazione allergica al formaggio. Karan Cheema si è sentito male mentre era a scuola a Greenford, sobborgo di Londra, e per lui non c’è stato niente da fare nonostante il pronto intervento del personale della scuola ed il trasporto il ospedale. La madre del ragazzino ha chiesto spiegazioni circa l’accaduto ed è saltato fuori che Karan è stato costretto a mangiare del formaggio in seguito ad un atto di bullismo per il quale un altro ragazzo è stato in seguito arrestato. La madre Rina ha esortato le scuole ad avere una migliore preparazione riguardo le allergie e ad assumere personale medico qualificato per gestire in loco le emergenze derivate da reazioni allergiche. La donna ha dichiarato di non sapersi spiegare come sia successo: “La scuola mi ha chiamato alle 11.30 e mi sono precipitata subito lì, ma quando sono arrivata lo stavano già caricando sull’ambulanza. Non so cosa sia accaduto di preciso, so solo che Karan non si vergognava di specificare i propri problemi e dunque se qualche compagno avesse accidentalmente avvicinato a lui qualcosa cui fosse stato allergico, sono certa che glielo avrebbe fatto notare. Voglio risposte, voglio arrivare in fondo alla questione. Chiederò alla scuola se è stato ucciso per via del bullismo, anche se mio figlio era molto popolare e non aveva mai avuto problemi con nessuno”.

E’ inaudito

Rina ha spiegato che non è chiaro nemmeno se la scuola abbia seguito le procedure che lei stessa aveva mostrato loro all’inizio dell’anno: “Quando è successo, la scuola mi ha chiesto se potessero dargli il farmaco che lui stesso aveva detto loro di dargli. Avevo fornito alla scuola il farmaco a settembre e ho spiegato loro tutte le allergie di Karan e le possibili conseguenze in caso di contatto con quelle sostanze. Hanno seguito queste indicazioni? Loro dicono di sì”. Karan era allergico al grano, al glutine, a tutti i prodotti lattiero-caseari, alle uova e ai dadi, e in passato aveva anche sofferto di eczema atopico e di asma. La pista più calda in questo momento è quella che porta ad uno scherzo o ad un atto di bullismo compiuto da un compagno di scuola. Lo stesso giorno dell’accaduto infatti, un allievo della scuola ha scritto su Twitter: “Come possono due idioti della mia scuola riempire di formaggio la gola di qualcuno che sapevano fosse allergico?”. Altri compagni dicono che il formaggio gli è stato lanciato addosso, altri ancora che glielo avrebbero nascosto in un panino. La madre al momento propende per la versione del lancio del cibo: “Da quello che ho sentito da uno studente, stavano giocando con il cibo e la cosa è sfuggita loro di mano. Pare che un pezzo di panino al formaggio lo abbia colpito mentre giocavano”. La polizia al momento non ha fornito ulteriori dettagli sulle indagini.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI