Insegnante arrestata: aveva una relazione con due studentesse

Websource/ The Sun.co.uk

Le giustificazioni addotte in tribunale non le sono bastate per scongiurare una condanna a 23 mesi di carcere, 4 anni di libertà vigilata e oltre 500 ore di servizi sociali. Randi Zurenko, professoressa di 34 anni e madre di cinque bambini tra i tre e gli undici anni conduceva una doppia vita: in quella pubblica era una madre ed una moglie devota, una professionista stimata ed ammirata da tutti, oltre che un membro attivo della comunità cattolica della città di Harrysburg, Pennsylvania. Poi c’era l’altra vita, quella in cui circuiva studentesse minorenni e le obbligava a fare sesso con lei.

Durante il processo si è scoperto che la donna ha approfittato di due studentesse per centinaia di volte tra il 2013 ed il 2016. Randi, dopo essere riuscita a circuirle, aveva instaurato con loto una relazione scabrosa in cui dava sfogo a tutte le perversioni che la sua vita coniugale non riusciva a soddisfare: le faceva spogliare e toccare tra di loro per scattare delle foto erotiche, inviava loro dei selfie mentre si toccava e faceva sesso con loro in qualsiasi luogo, persino nella casa in cui abitava con marito e figli.

Per la condanna è stata decisiva la testimonianza di una delle ragazze che durante il processo ha raccontato come la professoressa le avesse convinte del suo amore e le manipolasse: “Tu hai soffocato la mia crescita, perché io dipendevo da te – ha detto la ragazza a Randi – Mi sentivo confusa, abbandonata, intrappolata. Hai preso tutto quello che era mio, compresa la mia innocenza. Hai usato il mio amore”.

Le prove fotografiche e le testimonianze hanno incastrato la professoressa che durante il processo non ha potuto negare la sua relazione ed ha, quindi, cercato di giustificare le sue azioni: “Quelle ragazze le amavo davvero, non erano solo storie di sesso: non le ho mai costrette, non ho approfittato di loro”. Frasi che non hanno intenerito il giudice, il quale le ha negato anche la possibilità di scontare la detenzione in casa per badare ai figli.

La Zurenko è solo l’ultima di una lunga lista di professoresse che, abusando de loro ruolo, si approfitta dei suoi studenti. Il mese scorso Jaclyn Mclaren, ad esempio, è stata arrestata per aver fatto sesso con tre dei suoi studenti.

F.S.