“Le banche non mi fanno più credito”, imprenditore si suicida

Websource/Archivio

Sulla scrivania ha lasciato un paio di fogli dove spiegava a dipendenti, amici e familiari il motivo della sua decisione di togliersi la vita, poi è andato nel sottoscala e si è impiccato. In quei fogli Gabriele Bartolini, imprenditore di 60 anni di Umbertide (Perugia), parlava dei suoi problemi economici, di come, nonostante i tentativi di rivitalizzare l’azienda, non riuscisse a trovare il denaro per pagare gli operai. Nella lettera c’era anche una richiesta per un amico, un avvocato, a cui l’uomo chiedeva di prendersi cura della sua famiglia.

Nei giorni precedenti al suicidio Bartolini aveva trovato un accordo con i rappresentanti sindacali per un pagamento rateale. L’imprenditore aveva spiegato che non poteva corrispondere ai dipendenti tutti gli arretrati in una sola trance, così era riuscito ad ottenere una dilazione nei pagamenti. Nessuno si attendeva, quindi, che dopo aver trovato l’accordo Bartolini prendesse quella decisione estrema. Ma in quei fogli l’imprenditore spiega di averle provate tutte pur di ottemperare ai suoi obblighi, ma che le banche avevano smesso di fargli credito. Lo sconforto per quella crisi economica che aveva distrutto il lavoro di tutta una vita era troppo, così Bartolini ha scelto di porre fine alle sue sofferenze e senza avvisare nessuno dei suoi problemi si è tolto la vita nei locali delle caldaie.

A trovare il corpo è stato uno stretto collaboratore che, dopo averlo liberato dal cappio, ha chiamato i soccorsi nella speranza di salvargli la vita, ma all’arrivo dell’ambulanza per Bartolini era troppo tardi. Sul luogo del suicidio sono giunte anche le forze dell’ordine che, dopo aver controllato i locali dell’azienda, si sono occupate di controllare la situazione economica in cui versava l’imprenditore per confermare quanto scritto.

Per gli investigatori non vi è dubbio che si tratti di un suicidio, la salma infatti è stata già restituita ai familiari che si  sono potuti stringere attorno al loro caro ed organizzare i funerali.

F.S.