Cina: bus si schianta in galleria, è una strage. In decine tra le lamiere

(foto dal web)

Un gravissimo incidente stradale è avvenuto nelle scorse ore in Cina: almeno 36 persone sono morte e 13 sono rimaste ferite in dopo lo schianto in autostrada, nella provincia di Shaanxi. In base a quelle che sono le informazioni riportate dai media locali, un autobus si è schiantato contro un muro nella galleria Qinlin. Il mezzo carico di decine di passeggeri proveniva da Chengdu, nella provincia di Sichuan, ed era diretto a Luoyang, che si trova in quella di Hinan. Le indagini per appurare dinamiche e responsabilità sono tuttora in corso.

In tutto, spiegano le fonti di informazione, a bordo c’erano 49 passeggeri, tra queste due bambini. Se i numeri fossero confermati, non ci sarebbe un solo passeggero a non aver riportato nello schianto almeno qualche ferita. Anche il ministro della Pubblica sicurezza Guo Shengkun intende vederci chiaro sull’accaduto e ha ordinato una specifica inchiesta. Lo rende noto la tv statale Cctv. Sopralluoghi sono in corso per capire se l’autobus abbia fatto tutto da solo o ci siano altri mezzi coinvolti.

Il grave episodio ha fatto tornare nel dibattito pubblico in Cina la questione annosa sulla sicurezza stradale: alta velocità e scarsa prudenza sono le cause principali dei frequenti incidenti, che provocano ogni anno 260mila persone, con un incidenza di 18,8 ogni 100mila abitanti. Per fare un raffronto con i numeri, in Italia – paese in cui la sicurezza stradale è oggetto di dibattito – le vittime sono un terzo. Un mese fa, l’ultimo gravissimo incidente: un camion e un bus si erano scontrati in autostrada, nella provincia di Hebei. C’erano stati 11 morti e 12 feriti.

 

GM