La terra trema ancora: oltre tre milioni hanno sentito la scossa

(repertorio, AFP/Getty Images)

Una scossa di magnitudo 4,5 è stata registrata questa mattina quando in Italia erano le 8.44 vicino a Lisbona. A riportarlo è l’Esmc, il Centro Sismologico Europeo-Mediterraneo. Il terremoto ha avuto epicentro in mare, a 47 km a nordest della capitale portoghese. L’ipocentro è stato localizzato a una profondità di 12 km. Dopo Turchia, Grecia, Croazia e Italia, anche il Portogallo vive ora attimi di paura. In base a quanto riportato dall”Emsc, la scossa è stata perfettamente distinta da circa 3,5 milioni di persone. Sono in corso delle verifiche anche se al momento non si hanno notizie di danni o feriti.

Ieri nel pomeriggio un nuovo terremoto è stato registrato in mare al largo delle coste greche. Il terremoto ha avuto epicentro a sud di Atene, a una profondità di 102 km e con una magnitudo di 4.9. Nei giorni scorsi, alcune violente scosse erano state registrate sulla costa croata settentrionale. Un altro evento sismico poche ore prima a Bodrum dove si è verificato un terremoto di magnitudo 5.3. Si trattava del terzo forte evento sismico in poche settimane nella zona: lo scorso 20 luglio, una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.7 gradi della scala Richter si è sviluppata nel Mar Egeo. Il 12 giugno, una forte scossa di terremoto, di magnitudo pari a 6.2, aveva colpito la regione del mar Egeo in Turchia, nell’ovest del Paese, alle 14:28 italiane, ed è stata avvertita distintamente anche in diverse aree della regione di Marmara, compresa Istanbul.

GM