Prima lo scippo, poi l’aggressione: la polizia arresta due migranti

(websource/archivio)

Dopo i fatti di Rimini, lo stupro dell’81enne di Milano e altri episodi la tensione nel nostro Paese è altissima, e sicuramente fatti di cronaca più recenti non contribuiscono a sopirla. Nelle scorse ore, una 22enne di Pomezia, che passeggiava a Torvaianica, ha denunciato di essere stata aggredita da due malviventi alle spalle. Secondo le prime indagini, anche i questo caso gli aggressori sarebbero due migranti, soliti peraltro a bazzicare quella zona. Dopo averla scaraventata a terra l’hanno massacrata di botte concentrandosi in particolar modo sui colpi al viso. Una volta messa ko hanno iniziato a frugare nella sua borsetta dalla quale hanno poi rubato il cellulare e cinque euro in monetine. La giovane, ferita e sconvolta per l’accaduto, è riuscita a chiedere aiuto e sul posto sono arrivati i Carabinieri.

Sono invece già stati arrestati un 27enne algerino e una minorenne marocchina, accusati di aver derubato una coppia di fidanzati a Firenze, mentre sarebbe in fuga un terzo complice. L’episodio poco dopo la mezzanotte, quando la coppia ha chiamato la Polizia. In base alla ricostruzione, i due si trovavano in piazza Duomo quando sono stati vittime dello scippo della borsetta di lei. All’interno, c’erano un iPhone 6, documenti vari e 175 euro in contanti. La coppia di fidanzati ha iniziato a seguire i tre malviventi, che però a un certo punto hanno reagito, picchiandoli e minacciandoli con una bottiglia di birra. Nel frattempo è giunta sul posto una Volante, che a seguito di un breve inseguimento ha bloccato due dei tre responsabili dello scippo e della successiva aggressione, arrestati per rapina aggravata in concorso.

GM