Asti, 100 intossicati e un morto dopo il matrimonio

Il ristorante in cui è avvenuta l’intossicazione (Websource/archivio)

Doveva essere uno dei momenti più felici della loro vita e un ricordo indelebile, l’inizio di una felice storia di coppia e di famiglia. E’ diventato invece una vera e propria tragedia. Stiamo parlando di un matrimonio che si è celebrato in provincia di Asti. Sposi e invitati, dopo la cerimonia, si sono recati in un ristorante della zona, un luogo tra l’altro rinomato per il cibo e il vino buono. Qualcosa però è andato storto e 30 invitati sono stati intossicati molto probabilmente da del pesce avariato. Uno di loro, Pierino Magnelli di 77 anni, è morto mentre si trovava ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Dei 30 intossicati, 18 si trovano ancora in ospedale.

Sul caso stanno indagando i Carabinieri del Nas di Alessandria. Bisognerà stabilire la correlazione tra il cibo mangiato e l’intossicazione alimentare e poi quella tra quest’ultima e la morte dell’uomo. L’indagine si preannuncia lunga e complessa. I carabinieri del Nas hanno già eseguito alcuni sequestri: il piano cottura del locale dove si è svolto il pranzo di nozze, campioni di cibo servito in quel giorno e hanno anche eseguito alcuni esami sul personale del locale. Gli sposi devastati dall’accaduto assicurano: “Ci rivolgeremo ad un avvocato e faremo denuncia”. Se confermato ciò che si pensa il ristoratore in questione passerà senza dubbio dei brutti momenti e rischia davvero grosso.

Un caso simile, protagonista sempre il pesce, era accaduto in un banchetto di nozze celebrato pochi mesi fa in un locale rinomato che si trova sulle colline intorno ad Eboli. In quel caso gli intossicati erano stati 24 e molti di loro avevano dovuto subire una lavanda gastrica. Nessuno però aveva rimesso la propria vita.

F.B.