Addio a nonna Violet: per cinque mesi è stata la più anziana al mondo

Violet Mosses-Brown con il premier giamaicano (Twitter)

Un primato durato appena qualche mese quello di Violet Mosses-Brown, la donna giamaicana deceduta a 117 anni e 189 giorni. La notizia della sua morte è stata data dal premier dell’isola caraibica, Andrew Holness. Violet Mosses-Brown aveva conquistato il primato di longevità ad aprile, in seguito alla morte dell’italiana Emma Morano, sua coetanea, che deteneva il record. Morano, che era l’ultima vivente nata prima del 1900, era anche la quinta persona più longeva di tutti i tempi. Il primato è stato ereditato dalla giapponese Nabi Tajima, nata il 4 agosto dello stesso anno di Violet Mosses-Brown. La seconda più anziana è un’altra giapponese, Chiyo Miyako, nata il 2 maggio 1901.

Violet Mosses-Brown aveva dichiarato a un giornale locale che il suo segreto di longevità era in un passo della Bibbia, nel Vecchio Testamento, che recita: “Onora il padre e la madre perchè si prolunghino i tuoi giorni”. La donna ha evitato il rum, ma mangiato qualsiasi cosa, fatta eccezione per il pollo e il maiale. Un giornale americano ha inoltre riportato che “Zia V”, come la chiamavano parenti e amici, mangiava “pesce e montone, a volte anche zampe di mucca”. Violet Mosses-Brown fino all’ultimo si è mantenuta attiva, rifacendosi il letto ogni mattina, leggendo molto e scrivendo a macchina. Inoltre è rimasta sempre molto religiosa: “Amo la Chiesa”, aveva infatti dichiarato alla stampa locale.

La nostra Emma Morano aveva detenuto a lungo il primato di longevità e aveva spiegato la sua “ricetta” per una vita così lunga: “Colazione con un uovo e fette biscottate, pastina con un etto di carne cruda macinata e un vasetto di frutta a pranzo, poi una merendina con un uovo e qualche biscotto e infine la cena alle 18h con la pastina e una banana liofilizzata a mezzanotte”.

L’anziana ha raccontato ancora: “La televisione è da tanto che non la guardo più, guardavo Rete4 ora mi stanco. Il re? Sì, di lui mi ricordo e anche della regina”. In occasione dei suoi 116 anni, invece, Papa Francesco le aveva impartito “di cuore la sua benedizione apostolica”, estendendola “ai familiari e a tutte le persone a lei unite nel rendimento di grazie al Signore per il fausto evento e per i doni che hanno allietato la sua lunga vita, le augura buona salute, serenità di spirito e ogni altro bene”.

 

GM