Suicida a undici anni: sconvolti i suoi compagni di classe

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:51
(websource/archivio)

Emergono nuovi dettagli sulla vicenda della piccola che ha deciso di farla finita, gettandosi dalla finestra della propria abitazione, posta al quarto piano di una palazzina. La bambina avrebbe compiuto dodici anni a novembre e per gli inquirenti non ci sono dubbi sulla volontarietà del gesto. La ragazzina è deceduta a seguito della caduta da un’altezza di oltre venti metri. In quella casa a Campomorone la ragazzina viveva con la madre, infermiera, e il fratello maggiore, entrambi fuori casa perché al lavoro. I genitori erano separati da circa quattro anni.

La tragedia è avvenuta intorno alle dieci, quando è salita su una sedia prima di lanciarsi nel vuoto. A confermare il fatto che si tratti di un gesto volontario un file audio registrato appena pochi minuti prima della tragedia trovato sul cellulare della piccola. Infatti, la bambina aveva lasciato un foglietto con appuntato il codice Pin e le istruzioni per l’accesso al cellulare. Il messaggio diceva chiaramente: “La vita fa schifo, salutatemi i miei compagni”.

Era noto che la bambina soffriva per la separazione dei genitori, ma ora le indagini proseguiranno per provare a capire cosa sia accaduto di recente, fino a portarla a un gesto del genere. Delle indagini si occupano i carabinieri, intervenuti sul posto dopo la segnalazione di alcuni passanti. Sul posto è arrivata anche un’ambulanza del 118; ma i tentativi di rianimazione praticati da medici e soccorritori non sono serviti a nulla Oggi intanto, nella classe della bambina, arriverà una equipe di psicologi per provare a spiegare il senso della tragedia.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM