Dramma in volo: pilota resta vittima di un malore fatale

Volo Etihad (FREDERIC J. BROWN/AFP/Getty Images)

Un dramma si è consumato in queste ore su un volo della Etihad Airways, da poco decollato da Abu Dhabi in rotta verso Amsterdam. Un comandante della compagnia aerea emiratina è morto in volo. Etihad Airways ha spiegato che il primo ufficiale del volo ha emesso una chiamata di soccorso e deviato in modo sicuro l’aereo in Kuwait. C’è stato un atterraggio di emergenza, tuttavia, il pilota è morto mentre riceveva assistenza medica a terra. La compagnia aerea ha rilasciato questa nota: “Quando il comandante ha perso la capacità di operare nelle prime fasi del volo, il copilota ha lanciato l’allarme e ha poi dirottato in sicurezza il volo sul Kuwait”.

Quindi ha proseguito: “Siamo profondamente rattristati dalla perdita del nostro collega di lungo corso e siamo concentrati in questo momento nell’offrire assistenza alla sua famiglia, a cui offriamo le nostre cordiali condoglianze”. La causa della morte del pilota è ancora da scoprire. La notizia arriva meno di sei mesi dopo che un co-pilota americano è morto dopo aver accusato un malore in volo mentre iniziavano le manovre di atterraggio. William Grubbs, 57 anni e padre di un ragazzo, aveva spiegato in una telefonata di emergenza rivolta all’aeroporto di Albuquerque, dove era previsto l’atterraggio del suo Boeing 737, di non sentirsi bene. Per ben quaranta minuti i sanitari hanno poi provato a rianimarlo sulla pista, ma senza successo.

GM