Uccisi due bambini di 4 e 7 anni: “Usate una mannaia e una fresatrice”

(foto dal web)

Un dramma si è consumato stamattina in Belgio, nel quartiere di Sainte-Walburge, a Liegi: un padre ha ucciso i suoi due figli di 4 e 7 anni. L’uomo sembra essere stato preso da un raptus folle a causa di dissapori con la moglie e madre dei piccoli, dalla quale si fosse di recente separato. Sarebbero stati i nonni dei piccoli a trovarli privi di vita. Uno dei due piccoli sarebbe stato raggiunto da varie coltellate al cuore. L’altro sarebbe stato ferito mortalmente con una fresatrice, che lo ha colpito in pieno torace. Il genitore, dopo aver ucciso i figli, avrebbe poi tentato il suicidio. L’episodio è accaduto in rue Sergent Merx, nel quartiere della città belga, capoluogo dell’omonima provincia nella Regione vallone. Ne hanno dato notizia i media belgi, mentre l’episodio ha già sconvolto il Paese.

Padre e madre dei due piccoli sarebbero due insegnanti. Questo sabato mattina, la madre è arrivata con i bambini e una violenta controversia è scoppiata tra i due genitori. I vicini sentivano urla forti. I bambini hanno cominciato a piangere, raccontano ancora i vicini di casa. In preda alla rabbia, l’uomo avrebbe anche rotto il finestrino dell’auto della sua ex compagna. Poi insieme ai figli avrebbe messo in moto l’auto e si sarebbe allontanato. In questo frangente di tempo, nel quale di lui non si sono avute notizie, ha ucciso i bambini. L’infanticida non avrebbe alcun precedente penale e nonostante i dissapori tra marito e moglie nessuno si sarebbe aspettato una tragedia del genere. Sarà il pm di turno, nelle prossime ore, a interrogare l’uomo.

Il dramma ricorda quanto avvenuto nel mese di marzo a Trento, quando vennero scoperto i cadaveri di due bambini rispettivamente di 4 e due anni, entrambi trovati in casa dalla loro madre che ha poi avvisato le forze dell’ordine visibilmente scossa. A ucciderli era stato il padre, che si era poi suicidato.

GM