Morta in casa davanti a mamma e sorella

morta in casa
(Websource/archivio)

E’ avvolta nel mistero la vicenda della donna di 46 anni morta in casa ieri nell’abitazione di via Patrignani, nel centro storico di Barbara (Ancona). A dare l’allarme sono state la sorella della vittima e l’anziana madre delle due. In base ad una prima ricostruzione fornita dalle donne la 46enne si sarebbe sentita male intorno alle 20.30 mentre le tre si trovavano sedute a tavola per la cena. Tanto che in un primo momento si era pensato che si fosse ingozzata con un pezzo di pane. Quando però i sanitari del 118 sono giunti sul posto e hanno constatato la morte della donna si sono insospettiti per la presenza vicino al suo corpo di alcuni medicinali e così hanno deciso di chiedere l’intervento dei Carabinieri.

I militari, intervenuti sul posto con una pattuglia da Ostra Vetere, hanno trovato le due donne completamente sotto choc e in un primo momento il loro racconto è apparso piuttosto confuso. Alla fine è emerso che la donna morta dovrebbe aver ingerito durante la cena alcune di quelle pastiglie trovate poi al suo fianco. Quante? Per quale motivo? Questo ancora non si sa. Quel che si sa è che con ogni probabilità sono state proprio quelle medicine a provocare l’arresto cardiaco che poi l’ha uccisa. Ora sarà l’autopsia a dare la conferma delle prime ipotesi mediche. Le due donne, uniche testimoni dell’accaduto, dovranno però dare ancora molte spiegazioni. La vittima aveva già avuto non meglio precisati problemi di salute in passato, ma ora si era ripresa e svolgeva con successo l’attività di assistenza per i malati in ospedale.

F.B.