Asia Argento e le molestie, l’assistente di Placido: “Non fu lui”

(Archivio/Websource)

A poche ore dalla annunciata querela di Asia Argento a Libero, in seguito alla pubblicazione dell’articolo di Renato Farina e immediatamente successiva alla guerra contro Libero avviata da Anthony Bourdain, attuale compagno dell’attrice, si continua a dibattere sulla questione relativa ai presunti abusi sessuali perpetrati dal produttore cinematografico statunitense Harvey Weinstein e degli altri presunti abusi che l’attrice ha dichiarato di aver subito nel corso della propria carriera.
A prendere la parola in queste ore è Vincenzo Bonomo, assistente personale di Michele Placido, velatamente tirato in causa da uno dei tweet dell’attrice, che ha risposto con queste parole all’hashtag #quellavoltache, lanciato dalla scrittrice Giulia Blasi: “Quellavoltache… un regista/attore italiano tirò fuori il suo pene quando avevo sedici anni nella sue roulotte mentre parlavamo del ‘personaggio’”. Così Bonomo ha risposto “Non è lui il “regista/attore” italiano”, a cui si riferisce l’attrice, che ha ricordato con le sue parole un episodio accaduto durante le riprese di un film che la vedeva sul set appena sedicenne.
“Il maestro Placido non ritiene di rilasciare nessuna dichiarazione riguardo ai fatti di cui si fa menzione perché la persona di cui si parla non è lui”, ha ribadito alla stampa Bonomo, che svolge anche le mansioni di ufficio stampa della casa di produzione di Placido, la Goldenart Production. “Il maestro non avrebbe di che rispondere perché totalmente estraneo alla situazione menzionata. E ci permettiamo di aggiungere che oltretutto ci dispiace per la persona che ha citato questa situazione”.
Incrociando i dati riguardanti l’età dell’attrice e l’anno di produzione dei film interpretati da lei stessa, gli utenti in rete infatti hanno ipotizzato che la Argento si stesse riferendo proprio a Placido, che nel 1992 si trovava alla sua seconda regia con il lungometraggio Le amiche del cuore. In quel film il regista interpretava il ruolo del padre di Simona, Asia Argento appunto. Nella pellicola l’attrice celava alle sue amiche e protagoniste nel film di essere vittima di incesto da parte del padre.
BC