Il frontale è violentissimo: niente da fare per due giovanissimi

Erik Dimino
Erik Dimino e Antonio Santomauro (foto dal web)

Pesantissimo il bilancio di un incidente stradale avvenuto tra la provinciale 15 Vicolungo-Carpignano Sesia e la via Garibaldi di Mandello Vitta, nel vercellese. In uno schianto frontale, sono morti due giovanissimi, mentre i feriti sono tre. Una delle due vittime si chiama Antonio Santomauro, 16 anni, viveva a Borgosesia. Viaggiava a bordo di una Lancia Y, proveniente da Sillavengo. A causa del violentissimo urto, è morto sul colpo. Insieme a lui altri tre ragazzi, anche loro giovanissimi, originari della Valsesia. Alla guida dell’auto c’era il 20enne Erik Dimino. Il giovane, ex studente dell’Alberghiero di Gattinara, è morto al Cto di Torino dove era stato portato dall’elisoccorso del 118: troppo gravi le ferite riportate nello schianto.

Grande il dolore del padre di Erik Dimino, Luigi, un sassofonista molto conosciuto: “La mia vita finisce qui. Addio mio piccolo gigante buono”, ha scritto su Facebook, pubblicando uno scatto che lo ritrae insieme al figlio. Ferito in maniera seria anche un altro ragazzo a bordo dell’auto, ricoverato al Sant’Andrea di Vercelli, mentre meno grave sarebbe il quarto giovane a bordo, che si trova al Maggiore di Novara. L’auto con a bordo i quattro giovani, probabilmente a causa dell’alta velocità, ha invaso l’altra corsia mentre sopraggiungeva una Toyota Corolla guidata da una 61enne di Carpignano Sesia.

Questa è stata estratta dalla vettura dai vigili del fuoco del comando provinciale di Novara. Avrebbe riportato contusioni e fratture agli arti inferiori, ma non è in pericolo di vita. Il sindaco di Mandello Vitta Aldo Pastore ha così commentato il drammatico fatto di sangue: “Una tragedia che dai primi elementi sembra essere stata provocata dalla velocità. Quel tratto della provinciale merita di essere percorso con la massima attenzione. L’amministrazione comunale è vicina ai familiari delle vittime”.

Nelle scorse ore, è venuta a mancare Stacey Oladibe, quattordicenne italiana di origini africane. La ragazza, la mattina del 14 ottobre, a Vimercate, era nei pressi del liceo che frequentava in compagnia di un’amica. Le due adolescenti stavano attraversando sulle strisce pedonali per raggiungere l’ingresso dell’istituto quando, all’improvviso, un Opel Agila è giunta a velocità sostenuta colpendo in pieno la quattordicenne. Dopo alcuni giorni di agonia, Stacey non ce l’ha fatta.

GM