Michelle Hunziker in lutto, trova conforto tra le braccia di Tommaso

Michelle Hunziker
(Websource/Archivio)

Il dolore per la perdita di un amico fraterno, un mentore, un secondo padre è troppo forte per preoccuparsi di celarlo agli obbiettivi nascosti dei quotidiani di gossip, così Michelle Hunziker dimentica per un attimo di essere sotto la lente d’ingrandimento della macchina mediatica e si lascia andare ad un pianto liberatorio tra le braccia del suo Tommaso. Il momento di estremo dolore della conduttrice svizzera è stato immortalato da ‘Diva e donna’, Michelle è in lutto per la scomparsa dell’agente televisivo Franchino Tuzio, un uomo che l’ha scoperta, allevata ed alla fine è diventato suo grande amico.

Molto bello il ricordo che Michelle regala ai suoi follower su Instagram, in quelle parole c’è la genesi di un rapporto che va oltre la sfera professionale, che sa di vita, che mostra amicizia e stima reciproca: “Avevo 20 anni appena compiuti quando sei entrato nella mia vita. Eri già il mio mito. Eri l’uomo più divertente che avessi mai incontrato. Mi osservavi durante le feste che organizzavo a casa. Io sfogavo la mia voglia di esprimermi nel intrattenere gli ospiti e a farli ridere. Tu avevi già pronto il disegno per me”. La conduttrice non dimentica come sia stato grazie alla bravura di Tuzio che l’Italia della televisione ha conosciuto il volto che stava dietro ad un corpo in una pubblicità di intimo (la Hunziker ha cominciato la sua carriera con la pubblicità del brand di intimo ‘Roberta’).

L’agente ha sempre creduto in lei, ne aveva intravisto le qualità di conduttrice e la simpatia da cabarettista. Quella stima, quel supporto non sono mai stati dimenticati da Michelle che lo considerava un vero amico: “Mi hai sempre preso in giro, ma al momento opportuno mi chiamavi “Angelo”…mi si scioglie il cuore a pensarci…tu credevi in me. Hai investito tanto Amore e passione per tutti noi. Che bel cammino che abbiamo fatto insieme. Frank….Generoso, auto ironico, empatico, intuitivo, genuino come pochi, originale, altruista, geniale,divertente e discreto…ti ho consegnato i miei sogni tu li hai realizzati.Ti sei preso cura di me come un padre dopo che è mancato il mio. Mi conoscevi, mi leggevi e sapevi placare le mie ansie ancora prima che mi venissero”.

Il post della Hunziker termina con una dedica a “Frank” che mostra in tutta la sua struggente violenza il dolore che sta provando: “Come faccio ora che non posso abbracciarti più…Dolore….che lacera dentro… il mio Frank…per sempre”.

Avevo 20 anni appena compiuti quando sei entrato nella mia vita. Eri già il mio mito. Eri l’uomo più divertente che avessi mai incontrato. Mi osservavi durante le feste che organizzavo a casa. Io sfogavo la mia voglia di esprimermi nel intrattenere gli ospiti e a farli ridere. Tu avevi già pronto il disegno per me. Mi hai sempre preso in giro, ma al momento opportuno mi chiamavi “Angelo”…mi si scioglie il cuore a pensarci…tu credevi in me. Hai investito tanto Amore e passione per tutti noi. Che bel cammino che abbiamo fatto insieme. Frank….Generoso, auto ironico, empatico, intuitivo, genuino come pochi, originale, altruista, geniale,divertente e discreto…ti ho consegnato i miei sogni tu li hai realizzati.Ti sei preso cura di me come un padre dopo che è mancato il mio. Mi conoscevi, mi leggevi e sapevi placare le mie ansie ancora prima che mi venissero. Un giorno in macchina mentre mi accompagnavi a Zelig mi hai dedicato una canzone “ la cura” di Battiato. Eri talmente protettivo che certe volte dovevo nasconderti delle cose per non farti preoccupare come fanno i figli. Come faccio ora che non posso abbracciarti più…Dolore….che lacera dentro… il mio Frank…per sempre.

Un post condiviso da Michelle Hunziker (@therealhunzigram) in data:

F.S.