Firenze, ragazza di 21 anni piange e suda sangue

ematidrosi
(Canadian Medical Association Journal)

Una ragazza di 21 anni di Firenze sta vivendo una condizione molto particolare e che, proprio per la sua rarità, è stata messa sotto la lente d’ingrandimento dei medici di mezzo mondo. La situazione della giovane toscana viene descritta e documentata dai medici dell’Università di Firenze sul Canadian Medical Association Journal. Si tratta di un caso di ematidrosi, una patologia rara, ma nota sin dall’antichità che sarebbe causata “da emorragia nel lume delle ghiandole sudoripare, riscontrabile nel corso di stati emozionali intensi e di disturbi circolatori”.

Ecco ciò che scrivono i medici Roberto Maglie e Marzia Caproni sulla nota e autorevole rivista medica: “Non c’era nessuna causa scatenante visibile per il sanguinamento che poteva avvenire mentre la donna dormiva o durante l’attività fisica. La paziente ha dichiarato che il fenomeno era più intenso durante i periodi di maggior stress, con episodi di durata da uno a cinque minuti. La paziente è diventata socialmente isolata a causa dell’imbarazzo provocato dal sanguinamento e ha riportato sintomi compatibili con un depressione maggiore e un disturbo da panico”.

Jacalyn Duffin, esperta di storia della medicina dell’università dell’Ontario, ha commentato così questo caso: “Gli scrittori medici spesso tendono a considerare la storia della passione di Cristo come la prima descrizione del fenomeno – scrive – ma l’ematoidrosi appare nella letteratura scientifica molto prima. Nel terzo secolo prima di Cristo due trattati di Aristotele contenevano passaggi su un sudore che assomigliava o era realmente sangue”.

F.B.