Marco Della Noce: “Mi hanno aiutato, sto uscendo da un incubo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:47
Marco Della Noce
(Websource/archivio)

La vicenda relativa alla situazione di indigenza di Marco Della Noce, il comico noto soprattutto per aver partecipato in passato a diverse edizioni di ‘Zelig’ oltre ad altri spettacoli comici in televisione, aveva fatto molto discutere. L’uomo ha svelato nelle scorse settimane di aver dovuto vivere in strada per un certo periodo, dopo essere stato sfrattato ed aver visto il proprio conto corrente bloccato. Questo a suo dire, a causa della ex moglie, con la quale vanterebbe crediti considerevoli. La stessa lo ha accusato di aver detto falsità. Ma Marco Della Noce, noto a tanti come ‘Oriano Ferrari’, capomeccanico della scuderia di Maranello, racconta la sua versione e dice che finalmente qualcosa si è mosso in positivo, dopo aver anche dormito in auto in un grosso parcheggio di un supermercato a Lissone, in provincia di Monza e Brianza, e davanti al Real Caffè, un bar dove i dipendenti ed anche alcuni avventori lo hanno riconosciuto e si sono offerti di pagargli una stanza d’albergo. Da quì è nata una amicizia vera, senza alcun interesse, della quale Marco Della Noce parla apertamente. E tra l’altro anche i meccanici della Ferrari vogliono aiutarlo.

Marco Della Noce all’ex compagna: “Mi hai rovinato, hai raggiunto l’obiettivo”

Lui ringrazia ora apertamente quelle persone e commenta: “Un momento di difficoltà di una persona dovrebbe essere condiviso da una famiglia, ma non è così nel mio caso. Alcuni colleghi mi hanno aiutato allo stesso modo, e questo mi consentirà di tornare a lavorare. Ma voglio fare qualcosa di concreto per i papà separati che stanno vivendo o hanno vissuto la mia brutta condizione. I miei spettacoli serviranno a raccogliere fondi per loro”. Marco Della Noce parla anche dei figli: “Ho una ragazza di 16 anni ed un maschio di 14, e poi la piccola Matilde di 7 anni, avuta da una donna diversa. La più grande specialmente ha capito”. Ed arriva un’altra rivelazione: “Soffro di una aggressiva forma di depressione da un anni, che grazie al personale medico dell’ospedale ‘Niguarda’ ed alla mia psicologa sto riuscendo ad arginare. Il coraggio di parlare mi è arrivato anche da loro”. L’avvocato della ex moglie ha accusato Marco Della Noce di aver contratto lui personalmente dei debiti e di aver sperperato i propri soldi senza pensare ai figli: “Ma queste sono parole che un avvocato dice sempre nei confronti di chi difende. Vorrei che invece si facesse una riflessione: quando un pignoramento ti blocca un conto corrente è ovvio che vieni meno”. Un ultimo messaggio: “La mia ex moglie me l’aveva promesso: ‘Ti rovino’. Ha raggiunto l’obiettivo. Ma anche in queste situazioni bisogna prenderla con ironia, l’ironia salva la vita”.

S.L.