La moglie rifiuta il sesso a tre, lui la riempie di botte

sesso a tre
(Websource/archivio)

Il sesso a tre è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ma la situazione era ormai insostenibile da tempo. Il protagonista di questa triste e squallida storia è un operaio italiano di 57 anni che è stato arrestato dai Carabinieri di Legnano (Milano) per maltrattamenti in famiglia. I fatti si sono svolti ieri sera. L’uomo ha infatti picchiato selvaggiamente la moglie, una donna di 55 anni, colpendola con vari pugni al volto e al corpo. L’aggressione è avvenuta, in base alle prime ricostruzioni degli inquirenti, al culmine di una lite avvenuta nel loro appartamento di Rescaldina. A scatenare la furia irrefrenabile dell’uomo sarebbe stato il rifiuto della moglie di prendere parte ad un incontro di sesso a tre con un’altra donna, molto probabilmente una prostituta reclutata dal marito stesso.

A dare l’allarme che ha permesso l’arrivo della pattuglia dei Carabinieri sono stati i vicini di casa allarmati dalle urla disperate della donna. La 55enne è stata poi trasportata in ospedale con ferite e contusioni multiple al cranio e al volto. Qui ai sanitari e ai militari la donna ha raccontato di essere vittima ormai da diverso tempo delle aggressioni e dei soprusi di ogni tipo da parte del marito. Inoltre la donna ha riferito che l’uomo dopo averla massacrata di botte le ha anche rubato circa mille euro, una cosa che avrebbe già fatto diverse volte anche in passato.

F.B.