Obitorio, aspettava che tutti uscissero e poi abusava dei cadaveri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:01

 


Lo hanno scoperto proprio il 2 di novembre, il giorno dedicato alla commemorazione delle persone che ci hanno lasciato per sempre. Lui nei confronti dei defunti aveva un rapporto perverso e malato. Un uomo di settant’anni a Roanne, in Francia, si appostava nei pressi nell’obitorio comunale, aspettava che tutti fossero andati via per introdursi nell’edificio che ospitava le salme in attesa di inumazione e a quel punto abusava dei cadaveri delle defunte.
Sono stati proprio i dipendenti dell’obitorio ad accorgersi di quanto stava avvenendo. Chiamando a quel punto la polizia, si è potuto procedere all’arresto in flagranza del colpevole. L’uomo ha precedenti penali per lo stesso tipo di reati, e ha infatti dichiarato di aver messo in atto quello che lui stesso ha definito un “comportamento abituale”.
L’uomo durante il giorno entrava nell’obitorio e vi si nascondeva aspettando l’orario di chiusura. La notte poi, rimasto da solo con i cadaveri depositati là in attesa dell’inumazione, poteva dare libero sfogo alla sua abiezione.
Tale dinamica sarebbe avvenuta molte altre volte e l’uomo avrebbe potuto sfruttare per dare sfogo alle proprie pulsioni, i pochi controlli che vi erano nei pressi dell’obitorio comunale della cittadina francese.
L’uomo è stato arrestato e il giudice ha disposto per lui la “libertà condizionale” con l’obbligo di sottoporsi a controlli psichiatrici e a cure specialistiche.
Il sindaco della cittadina francese nella quale sono avvenuti i fatti ha commentato la vicenda sul proprio profilo Facebook con queste parole: “Il suo posto è in carcere o in un ospedale psichiatrico”.

Alcuni anni fa, venne alla luce la raccapricciante vicenda di Kenneth Douglas, un uomo di sessant’anni, custode dell’obitorio di Hamilton County, in Ohio, che tra il 1972 e il 1992, avrebbe abusato di oltre cento cadaveri.
Di necrofilia fu accusato anche il deceduto conduttore televisivo Jimmy Savile. Secondo un dossier reso noto dal Ministero della Sanità britannico negli anni scorsi, il conduttore avrebbe violentato oltre duecento persone, tra le quali minori e cadaveri.
BC