Ventura

(Marco Luzzani/Getty Images)

Si paventa un vero e proprio terremoto nella Federcalcio azzurra dopo la storica esclusione dalla fase finale dei Mondiali. Ancora non sono arrivate le dimissioni di Ventura e già si pensa al futuro, che potrebbe essere non solo senza il commissario tecnico, ma anche senza il presidente Tavecchio. Nel frattempo, la popolare trasmissione ‘Le Iene’ ha intercettato Gian Piero Ventura. L’inviato del programma Nicolò De Devitiis trova il mister azzurro, che lo invita a fare domande “con educazione”. L’inviato gli chiede a bruciapelo: “Si dimette o no? Ce lo promette?”. Laconica la risposta di Ventura, che si limita a dire. “Sì!”.

Sul futuro della panchina azzurra, Alessandro Alciato rivela a Sky Sport: “”Ci vuole un big. Il sogno di tutto l’ambiente è Carlo Ancelotti, ma io escluderei di vederlo sulla panchina della Nazionale. Viene da un esonero, non ha fiducia nell’attuale ambiente e potrebbero presto arrivare per lui delle offerte economiche a cui difficilmente potrà rinunciare. C’è poi Allegri, che sogna la Nazionale, ma forse per lui è presto perché prima vorrà fare un’esperienza all’estero. Da tenere sott’occhio Roberto Mancini, che fin da tempi non sospetti dice di considerare ancora la Nazionale come una cosa sacra”.

I bookmarkers danno in pole position invece proprio Carletto Ancelotti, dato a 3.50, seguono Antonio Conte e Roberto Mancini, dati a sei e sette. Seguono Maurizio Sarri, sempre a sette, e Luigi Di Biagio, probabile traghettatore della fase più immediata dato a otto. Poi abbiamo ancora Max Allegri, Fabio Capello, Luciano Spalletti, Pippo Inzaghi e Gian Piero Gasperini. Sicuramente meno improbabile che sulla panchina azzurra sieda qualche ex di lusso come Francesco Totti, Alessandro Del Piero o Andrea Pirlo. Sarebbe infine curioso, ma alquanto improbabile, vedere Gigi Buffon passare dalla fascia di capitano alla panchina di commissario tecnico.

GUARDA VIDEO

GM