(Websource/archivio)

“Vieni adesso facciamo un gioco. Giochiamo al dottore”. E’ così che un uomo di 38 anni ha convinto una bambina di 5 anni a fare ciò che lui le chiedeva. Una volta iniziato il “gioco” l’uomo ha potuto così palpeggiarla nelle parti intime e a compiere atti sessuali con lei. Il pedofilo, un amico di famiglia al quale i genitori della bimba avevano affidato la piccola senza sospettare nulla, è stato arrestato questa mattina dai Carabinieri di Milazzo al termine di un’indagine lunga e complessa partita proprio con il racconto della piccola vittima che  dopo quelle ore da incubo trascorse col suo molestatore aveva confidato tutto l’accaduto alla mamma.

I fatti risalgono al dicembre 2015, la denuncia venne fatta ai Carabinieri soltanto nell’ottobre del 2016 e ora finalmente si è giunti all’arresto dell’uomo. I lunghi tempi di indagine si spiegano coi numerosi accertamenti tecnici svolti sul telefonino dell’uomo, la ricerca di prove che potessero incastrarlo e l’ascolto in modalità protetta della piccolissima vittima. Il 38enne è stato messo agli arresti domiciliari in attesa degli sviluppi processuali del suo caso. La misura dei domiciliari non è stata affatto gradita dalla famiglia della piccola vittima che, giustamente, la ritiene troppo lieve per ciò che è avvenuto.

F.B.