fiamme

(repertorio/Vigili del fuoco)

Tre persone, una mamma 82enne e i suoi due figli, sono morti nell’incendio della loro casa, a Mercato San Severino, in provincia di Salerno. Sul posto sono giunti i Vigili del fuoco, che poi hanno allertato i carabinieri della locale Compagnia. Si indaga adesso sulle cause dell’accaduto, anche se tra le ipotesi al vaglio dei carabinieri prende piede quella di un gesto deliberato. Sono diverse le testimonianze che raccontano infatti di come il figlio minore della donna soffrisse di crisi depressive. Si pensa che sia stato lui ad aver appiccato il fuoco provocando la sua morte e quella dei familiari, deceduti – quasi certamente – a causa delle esalazioni. Quando i tre sono stati estratti dalle fiamme, erano già morti.

Nei giorni scorsi, ha trovato la morte Bruna Picchi la 71enne deceduta dentro la casa in cui abitava, che è stata completamente distrutta dalle fiamme nella notte di Natale. L’incendio è avvenuto proprio la notte di Natale a Poggio a Caiano, nel pratese. L’allarme è scattato quanto era da poco passata l’una e mezza e sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco. Sempre a causa dell’incendio della sua casa, è morta Giovanna Rondinelli, che viveva con i suoi due figli minorenni, di 16 e 14 anni. La vittima era nata a Faenza in provincia di Ravenna ma da anni era residente a Casumaro. Per lei, non c’è stato scampo.

 

GM