(Websource/archivio)

Le vittime del tremendo incidente stradale avvenuto sull’A21 lo scorso 2 gennaio hanno ora un volto e un nome. Si tratta di Wilfrid Kornatowski, 32 anni, di sua moglie Sabrina, 29 anni, dei due figli, Nolhan, 7 anni e Lina, 2 anni, oltre al fratello del conducente, Mathéo di 13 anni. Un’intera famiglia sterminata, spazzata via da un destino infame che ha trasformato alcuni giorni di serena vacanza nella fine di tutto.

La famiglia proveniva da Saint Vallier de Thiey una cittadina nell’entroterra della Costa Azzurra, nei pressi di Grasse. I Kornatowski si trovavano a bordo di una Kia Sportage in direzione di Verona quando l’esplosione derivante dallo scontro di due tir li ha investiti in pieno senza dargli alcuna via di scampo.

Secondo i quotidiani francesi l’ospedale di Grasse ha immediatamente istituito una task force medica e psicologica per offrire supporto ai parenti delle vittime, residenti a Magagnosc. A dare loro la terribile notizia è stato il sindaco Jérôme Viaud che si è recato a casa non appena appreso l’accaduto dall’Italia.  La coppia di giovani genitori gestiva un food truck in funzione nei pressi del Camping des Arboins.

Proprio nei giorni scorsi i due avevano annunciato ai clienti, attraverso la loro pagina Facebook, che avrebbero chiuso la cucine dell’hamburgeria e pizzeria per alcuni giorni di ferie. Nella cittadina francese vengono ricordati come una famiglia sempre allegra e disponibile, solare e piena di gioia di vivere. Il piccolo Matheo li seguiva dappertutto.

F.B.