(Websource/Archivio)

Lutto nel mondo del cinema italiano. Novello Novelli, è deceduto a Poggibonsi, in provincia di Siena all’età di 87 anni. Attore simbolo della toscanità, personaggio dal nome non tanto famoso ma caratterista di un elevato livello. Nato a Poggibonsi in provincia di Siena, il 2 marzo 1930, dopo aver abbandonato il lavoro di geometra per dedicarsi allo spettacolo, ha fatto prima l’impresario dei fratelli Santonastaso e poi l’attore nel 1981 con “Ad Ovest di Paperino” di Alessandro Benvenuti. Carriera che lo ha visto al fianco di numerosi attori importanti del nostro cinema come Alessandro Benvenuti, Francesco Nuti ed Athina Cenci, i Giancattivi. Oltre ad Ornella Muti, Renato Pozzetto, Alessandro Haber, e i toscanacci Leonardo Pieraccioni, Massimo Ceccherini e Alessandro Paci. Tra i suoi film più importanti, Tutta Colpa del Paradiso, occhio Pinocchio, Zitti e mosca. Un personaggio burbero e brontolone, ma allo stesso tempo ironico e capace di un’umorismo e tanto sarcasmo tipico della sua regione di appartenenza. Ha fatto conoscere lo spirito toscano in tanti film dove vi ha partecipato. Alcune delle sue interpretazioni però, sono state ricordate dopo molti anni dal suo lavoro, sempre con grande affetto e con grande divertimento da parte del pubblico, come quella di Annibale in “Benvenuti in casa Gori” con la famosa battuta: “Ho resistito agli austriaci, che mi farò ammazzar da un bischero di Pontassieve?”. Tanti i messaggi di cordoglio per la sua scomparsa, addirittura Carlo Conti lo ha ricordato sui social, tramite il profilo personale Instagram: “Ciao Novello . Amico delle nostre “festa in casa” al Manila e in tanti altri locali toscani”.

GVR