(Websource/Archivio)

Si è spenta a soli vent’anni Chiara Foti Randazzesse, ventenne studentessa di psicologia all’università di Messina, nativa di Tortorici, in seguito ad un terrificante incidente stradale avuto ieri sera di ritorno dalla festa patronale di San Sebastiano. Stando a quanto riferito dalle forze dell’ordine la dinamica dell’incidente è ancora al vaglio: secondo una prima ricostruzione dell’accaduto l’auto, una Fiat Multipla, era guidata dal fidanzato di Chiara ed i tre ragazzi stavano percorrendo i tornanti che conducono dal centro di Tortorici all’abitazione della vittima e della sorella sedicenne quando, improvvisamente, il giovane alla guida ha perso il controllo del mezzo ed è andato ad urtare il guardrail che delimita la strada montana, finendo in fondo ad una scarpata.

Chiamati da alcuni passanti che hanno assistito al terribile incidente, i soccorsi sono arrivati il prima possibile, ma ciò nonostante per Chiara non c’è stato nulla da fare. Grave anche la sorella che è stata trasportata in elisoccorso e ricoverata in rianimazione al Policlinico di Messina, mentre meno serie sono le ferite riportate dal ragazzo alla guida che è stato portato all’ospedale Sant’Agata di Militello. Tutti gli abitanti del paesino in provincia di Messina sono rimasti scossi dalla tragica morte di Chiara e oggi, in segno di lutto, le celebrazioni verranno effettuate in forma ridotta.

Come sempre accade in questi casi, la commozione per la scomparsa di una ragazza così giovane ha coinvolto tutti gli abitanti del paese che con ogni probabilità parteciperanno in massa al funerale di Chiara. La morte di questa giovanissima studentessa arriva a soli 9 giorni di distanza dal tragico incidente che ha tolto la vita ad un’adolescente a Tor di Quinto, Roma. Una lista, quella delle morti stradali, che in questo 2018 è già tristemente lunga e che comprende anche un’intera famiglia di turisti francesi travolti da un camion in autostrada.

F.S.