Top Gun 2 è stato annunciato. Sono passati oltre trent’anni dall’ultima volta chi sui grandi schermi abbiamo visto Maverik su un aereo. Ora, però, è tempo di un ritorno insperato. 

Top Gun: Maverik è stato annunciato. Dopo tantissimi anni, ben 34, dall’ultima volta che sul grande schermo abbiamo visto il giovane Tom Cruise su un caccia. Ora, però, ci sarà il ritorno. Nel primo film abbiamo visto un interpretazione di altissimo livello, che ha fatto innamorare milioni di persone in tutto il mondo. Ora è tempo di un glorioso ed incredibile ritorno per  Pete “Maverick” Mitchell. Tom Cruise, dopo Mission Impossibile, darà seguito ad un’altra delle saghe che lo vede come protagonista assoluto. E’ tempo di scaldare i motori e di sgombrare la pista…

Top Gun, la storia di Maverik

Nel primo film Maverik ed il suo carissimo amico Nick “Goose” Bradshaw  (interpretato da Anthony Edwards), entrano nell’esercito. Ma non si certo in un corpo qualunque. I due amici, infatti, vengono ammessi nella Scuola di Caccia da Combattimento della Marina Americana. Istituzione elitaria e complicata, i due vivono un vero e proprio sogno. Il protagonista, però, dovrà subito fare i conti con gli insegnati severi e la disciplina militare, non proprio le sue specialità. La situazione, poi, diventa sempre più dura anche a causa di Tom ‘Iceman’ Kazansky (interpretato da Val Kilmer), che diventa la nemesi del personaggio interpretato da Cruise. Per il giovane pilota la situazione precipita in seguito alla morte dell’amico Goose, che perde la vita in un incidente mentre pilota un caccia. Persino il rapporto con la bella e biondissima Charlie (interpretata da Kelly McGillis) si deteriora.

LEGGI ANCHE —> Simona Ventura rapita da La Casa de Papel

L’annuncio di Cruise

Ad annunciare il nuovo capitolo di Top Gun è stato lo stesso Tom Cruise. L’attore, infatti, ha sorpreso tutti apparendo al Comicon di San Diego ed annunciando la nuova pellicola. Ecco le sue parole, riportate da TopMovie:

“Trentaquattro anni fa, ho fatto un film a San Diego e ho girato dall’altra parte della strada in un ristorante.  San Diego è un posto speciale per Top Gun e il sequel è stato girato qui la scorsa estate. Mi veniva sempre chiesto ‘Quando ne farai un altro?’. Viaggiando in giro per il mondo tantissima gente mi faceva questa domanda. Beh, siete stati molto pazienti con me in questi trentaquattro anni. Sentivo che era mia responsabilità consegnarvi questo film: una lettera d’amore all’aviazione, che io stesso amo. Tutto quello che vedete nel film è reale e volevo offrirvi la possibilità di sperimentare per davvero l’esperienza di stare dentro un aereo e ciò che significa. Top Gun parla di competizione, famiglia, sacrificio, eroismo”. 

 

N.A.