Fiorella Mannoia, finisce l’incubo stalker: “Cose molto dolorose”

Incubo stalker, arriva lo sfogo di Fiorella Mannoia. Dopo oltre un anno di silenzio, la cantante racconta il suo tormento terminato appena da poche ore

Incubo stalker, arriva lo sfogo di Fiorella Mannoia. La cantante romana era tormentata da oltre un anno e nelle ultime ore finalmente ha avuto pace. Protagonista del suo incubo era una ragazza di 31 anni, la quale, inizialmente presentatasi come fa, è diventata sempre più invadente ed aggressiva.

Poi la follia proprio in questi giorni: tentare di sfondare con una panca la porta della casa dell’artista. Così la 65enne è stata costretta ad avvertire le forze dell’ordine che hanno poi arrestato la ragazza. Già un anno fa era scattato un divieto di avvicinamento e di comunicazione, scaduto tuttavia dopo sei mesi.

La Mannoia si è sfogata con un post via Facebook:

È successo quello che non avrei mai voluto succedesse, ma la ragazza non mi ha dato scelta. Sono anni che cerco di arginare questa sua ossessione, non c’entrano i concerti, ne’ i biglietti, eccetto il giorno in cui è venuta a casa mia cercando di buttare giù la porta, non me li aveva mai chiesti. La sua ossessione era entrare nella mia vita.

Ma la cantante mostra la sua spiccata sensibilità anche in una circostanza del genere. Avrebbe sicuramente preferito agire diversamente, ma alla fine è stata costretta e davvero non c’erano altre alternative:

Sono cose molto dolorose, che non avrei mai voluto rendere pubbliche, (e non sono stata io a farlo e non capisco come queste notizie siano uscite) perché derivano da un disturbo. Mi dispiace per lei, per me, per la sua famiglia e per la mia e per tutti quelli coinvolti in questa triste storia.

 

P.C.

 

Leggi anche: Scalfarotto fa visita ai due ragazzi americani, è bufera sul web

 

 

Redazione DirettaNews.it