Gangs of New York di Martin Scorsese: chi è Dante Ferretti, insieme alla moglie Francesca Lo Schiavo scenografo del film di Hollywood.

13 nastri d’Argento, 5 David di Donatello, 4 Bafta e 3 Oscar: e’ il cursus honorum di Dante Ferretti, il più grande scenografo italiano vivente. Le sue prime due statuette per ‘The Aviator’ e ‘Sweeney Todd’, poi nel 2012 arriva quella per Hugo Cabret. Il primo Oscar nel 2005, ma sicuramente già due anni prima, con Gangs of New York lo avrebbe meritato. Lunga e solida la sua collaborazione con uno dei maestri di Hollywood, Martin Scorsese.

Carriera e successi di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo

Il film ‘Intervista col vampiro’ che nel 1995 valse a Ferretti e alla moglie Francesca Lo Schiavo la nomination agli Oscar. ”Scenografo, art director, production designer: le parole non sono importanti, piuttosto il lavoro che uno ha fatto, che fa e che altri gli riconoscono” – raccontava qualche anno fa lo scenografo nato a Macerata – ”Ho avuto al fortuna di lavorare con un pezzo del cinema italiano che ha fatto la storia, con grandi registi quali Fellini e Pasolini: il mio trasferimento a Hollywood non e’ stata una fuga, ma l’opportunita’ di fare cinema con piu’ mezzi. D’altronde, oggi mi muovo dappertutto: mi sento una busta FedEx”.

Si diceva della pellicola ‘Gangs of New York’. Fu un passaggio fondamentale nella lunga carriera di Dante Ferretti. Uno dei protagonisti del film, Leonardo Di Caprio, gli riconobbe: ”Sul set di ‘Gangs of New York’ indossavamo i costumi e ci immergevamo nel set di Dante, ci sembrava di aver compiuto un viaggio nel tempo!”. Ma il film, pur ottenendo ben 10 nomination all’Oscar e gli elogi della critica non riuscì a conquistare alcuna statuetta. Forse un caso limite nella storia del cinema di Hollywood.

Leggi anche –> Leonardo di Caprio si racconta sulla rivista Rolling Stone