Inter, il baby Esposito: “Altro che PSG, sono dove ho sempre sognato”

Inter, intervista al baby talento Sebastiano Esposito. Protagonista di un’estate da sogno in nerazzurro, il talento nostrano svela il ‘no’ al PSG e gli obiettivi futuri 

Inter, parla il baby talento Sebastiano Esposito. Protagonista a sorpresa nell’estate che ha visto l’approdo in nerazzurro di Antonio Conte, il gioiello di 17 anni si confessa a La Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Per lui si tratta di un’estate da sogno, in campo con i grandi e sotto lo sguardo vigile di uno dei migliori allenatori del mondo.

Intervenuto in merito, il gioiello di Castellammare di Stabia, una delle nuove promesse del calcio italiano, dimostra tuttavia di avere i piedi ben a terra: “Innanzitutto è giusto ricordare che mi sento un giocatore della Primavera, lì tornerò a giocare. Detto questo, è una bella esperienza allenarmi con così tanti grandi campioni, da loro posso imparare tanto. Cerco sempre di dare il massimo e di ascoltare i consigli dell’allenatore”. 

Inter, parla il baby talento Esposito

Quali, in particolare? “A noi attaccanti Conte chiede questo, chiede determinati passaggi e determinati movimenti. Li proviamo in allenamento e poi tentiamo di metterli in pratica in partita. Sono contento che l’assist mi sia venuto così, Sensi si è liberato bene e io gli ho dato la palla nella maniera giusta”. 

Dall’esordio in Europa League dello scorso anno al ritiro in prima squadra. L’exploit del classe 2002 non si ferma: “È stata una bella annata, mi sono tolte parecchie soddisfazioni anche a livello giovanile. Ma spero di fare sempre meglio, è il mio obiettivo. E per farlo devo continuare a lavorare duro giorno dopo giorno”. 

Un talento smisurato che non è passato di certo inosservato, né in Italia e né all’estero. Tanti interessamenti, tra cui il PSG, ma che Esposito ha tuttavia declinato per un motivo preciso: “Semplice: ho sempre voluto questa maglia, fin dall’inizio della mia carriera. Il mio desiderio era restare”. 

 

P.C.

 

Leggi anche: Telecronaca razzista contro l’Udinese, telecronisti del BVB nei guai

 

 

Redazione DirettaNews.it