L’uso prolungato del cellulare causa tumori?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:36

L’uso prolungato del cellulare causa tumori? Ora c’è una risposta ufficiale. Dopo un lungo studio, la fornisce il Rapporto Istisan “Esposizione a radiofrequenze e tumori”

L’uso prolungato del cellulare causa tumori? La risposta è no e lo dice una fonte autorevole: il Rapporto Istisan “Esposizione a radiofrequenze e tumori”,  curato dall’Istituto superiore di sanità, Arpa Piemonte, Enea e Cnr-Irea.

Secondo lo studio, l’uso prolungato dei telefoni telefoni, su un arco di 10 anni, non è associato all’incremento del rischio di tumori benigni o maligni. In base a quanto finora analizzato, il rapporto spiega che “l’uso del cellulare non risulta associato all’incidenza di neoplasie nelle aree più esposte alle Radiofrequenze durante le chiamate vocali. La meta-analisi dei numerosi studi pubblicati nel periodo 1999-2017 non rileva, infatti, incrementi dei rischi”.

Il Cellulare causa tumori? La risposta

Gli esperti affermano inoltre che “i notevoli eccessi di rischio osservati in alcuni studi non sono coerenti con l’andamento temporale dei tassi d’incidenza dei tumori cerebrali che, a quasi 30 anni dall’introduzione dei cellulari, non hanno risentito del rapido e notevole aumento della prevalenza di esposizione”. La risposta certa manca piuttosto per quanto riguarda l’uso a lungo termine, magari sin dalla più tenerà in avanti. Ma le ricerche già avanzano anche in tal senso.

Nel rapporto, nel frattempo, si evince che: “l’ipotesi di un’associazione tra Radiofrequenze emesse da antenne radiotelevisive e incidenza di leucemia infantile, suggerita da alcune analisi di correlazione geografica, non appare confermata dagli studi epidemiologici con dati individuali e stime di esposizione basate su modelli geospaziali di propagazione”.

 

 

P.C.

 

 

Leggi anche: Matteo Renzi: “Nessun filo rosso tra me, Berlusconi e Salvini!”

 

 

Redazione DirettaNews.it