Ospedale Regina Elena potrebbe essere bersaglio di un ennesimo depotenziamento. La struttura, un’eccellenza assoluta in vari campi, tra u quali quello oncologico, potrebbe infatti presto subire altri tagli al budget e non solo.

Ospedale Regina Elena verso il depotenziamento. La struttura sanitaria è una delle migliori strutture nel Lazio per quanto concerne il trattamento dei malati oncologici. Proprio su questo fatto fa leva Pasquale Cicciarelli, consigliere regionale del Lezio per Forza Italia. Il politico, in un comunicato ufficiale diramato sul proprio sito ufficiale, il politico ha parlato della situazione in cui versa la struttura ospedaliera, vittima di ulteriori tagli in futuro. Già in passato, precisamente nel 2015, è stato oggetto di tagli e per questo depotenziato. Ora, sostiene il politico di Forza Italia, ci sarebbero altrei tagli in programma.

Per questo Cicciarelli ha scritto al presidente della Regione Nicola Zingaretti, per fargli notare il danno che comporterebbe tale decisione. L’ospedale, infatti, potrebbe presto diventare da eccellenza assoluta a struttura secondaria, ombra di quello che era, con tanti malati che avrebbero problemi.

LEGGI ANCHE —> Salvini promette: “Pace fiscale con Equitalia”

Ospedale Regina Elenza, Cicciarelli scrive a Zingaretti per il depotenziamento

L’ospedale Regina Elena di Roma è un’eccellenza oncologica del Lazio. Con l’approvazione del nuovo atto aziendale, però, si registra, di fatto, l’ennesimo tentativo di ridimensionamento ed impoverimento dell’importante presidio sanitario.

Già nel 2015 c’era stato il ridimensionamento a soli due dipartimenti a causa della riduzione dei reparti clinici, ed oggi, pertanto, con l’abolizione della UOC di Chirurgia Digestiva ed il declassamento della UOC di Neurochirurgia a struttura semplice, già in carenza di organico, la struttura viene ulteriormente penalizzata.

Le centinaia di migliaia di malati di cancro del Lazio sono fortemente svantaggiati rispetto a quelli delle altre regioni del Nord e del Centro Italia, pertanto, sono costretti, se ne hanno la possibilità, ad emigrare per ricoveri e cure adeguate.

A questi pazienti ed alle loro famiglie la Regione Lazio deve dare una risposta. A motivo di ciò ho presentato un’interrogazione a Zingaretti per sapere che cosa intende fare per scongiurare assolutamente il depotenziamento dell’ospedale Regina Elena di Roma, punto di riferimento per tanti malati della provincia di Frosinone”.