Sardegna, una scia luminosa attraversa il cielo: forse era un meteorite

Sardegna, una scia luminosa attraversa il cielo: forse era un meteorite

Una scia luminosa nella serata di ieri ha attraversato i cieli della Sardegna. A dimostrarlo, numerose foto e video segnalati alle redazioni giornaliste o pubblicate sui social dai cittadini. Le testimonianze potrebbero riguardare la caduta di un piccolo meteorite infuocato delle 22:30. Infatti diverse segnalazioni parlavano di una ‘scia infuocata’.

Manuel Floris, astronomo del Planetario, ha dichiarato a L’Unione Sarda“Deve essersi trattato di un meteorite, precipitato in mare, presumibilmente tra la Sardegna e le Baleari. Viaggiava a velocità altissima, centinaia di chilometri orari, e doveva essere composto da ferro, che a contatto con l’atmosfera è bruciato velocemente, dando origine al bagliore che ha praticamente illuminato il cielo a giorno. Esso  doveva pesare uno o due chili, ma non doveva essere più grande di una palla da calcio”.

Cos’è un meteorite, storia di precipitazioni dal ‘700

Per farla facile, la meteorite è quanto rimane dopo l’erosione e la vaporizzazione di un meteoroide (piccolo asteroide) che entra in collisione con la Terra. Quando essi entrano in atmosfera, si riscaldano fino ad emettere luce e formano quindi la cosiddetta scia luminosa (meteora o stella cadente o anche bolide).

Il suo riscaldamento avviene per la pressione dinamica generata dalla fortissima compressione dell’aria di fronte al meteorite. Se, nel tragitto attraverso l’atmosfera, mantiene un orientamento stabile, si forma un meteorite tipicamente a forma di scudo detto orientato.

La prima caduta studiata scientificamente provata avvenne nei pressi di Hrašćina, città della Croazia. Un’altra caduta storicamente importante fu la pioggia di meteoriti verificatasi il 16 giugno 1794 alle 19:00 a sud-est di Siena, in Toscana.

Un esemplare del meteorite di Siena, raccolto e studiato da Ambrogio Soldani, è esposto nel Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici di Siena.

Leggi anche—> TERREMOTO: SCOSSA NELLA NOTTE IN PROVINCIA DI TERNI

M.D.G