Luchè in concerto, DJ mette una canzone di Salmo: la reazione – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:27

Non c’è pace nello scontro tra Salmo e Luchè. I fan si dividono in due, qualcuno si diverte a burlarli

Come precedentemente evidenziato dalla redazione di direttanews.it, sul Web si infervora sempre più la discussione tra Salmo e Luchè. I due hanno discusso dopo una provocazione lanciata da Salmo, festeggiando il suo disco come più venduto in Italia da oltre un mese. Vero è che i festeggiamenti del rapper sardo sono stati poco corretti e sobri, ecco allora che è intervenuto Luchè, una volta suo amico, a guastargli le feste. Il rapper napoletano accusa il suo ex compagno di avergli copiato alcune canzoni all’interno del suo disco, gli intima di smetterla di credersi davvero importante.

La discussione tramite Insta Stories si è fatta veramente rovente a tal punto che Salmo provocatoriamente gli ha detto: “Smettila di insultarmi su Instagram come un ragazzino. Insultami scrivendo due righe con carta e penna.  Poi vediamo”.

LEGGI ANCHE: LUCHÉ ACCUSA SALMO: “MI HAI COPIATO UNA CANZONE” – VIDEO

Luchè VS Salmo continua

La storia sembrava aver avuto una fine, fino a quando il giovane rapper napoletano è stato a suonare a Palinuro (SA). In realtà la serata a “Le Dune” a Palinuro non è mai cominciata. A guastare le feste sono stati alcuni problemi audio che hanno costretto l’artista ad abbandonare il palco. Proprio mentre il rapper campano si preparava a lasciare il locale, uno dei DJ presenti ha fatto partire “90 MIN DI APPLAUSI” una della canzoni di Salmo, dalla sua consolle, circostanza che ha mandato Luchè su tutte le furie.

Nel video si vede chiaramente il rapper napoletano innervosito e deluso dal fatto che i suoi fan erano lì avendo acquistato il biglietto per lo spettacolo, ma non poteva esibirsi. A ciò si aggiunge un gesto poco rispettoso del DJ del locale che era ovviamente a conoscenza della tensione tra i due rapper. Luchè ha successivamente confermato che la data sarà soltanto rimandata al 21 Agosto, senza dover pagare ulteriormente.