Chi è il rapper Booba coinvolto in una sparatoria a Parigi

Sparatoria a Parigi, chi è Booba? Risse e litigi in passato del rapper francese

All’interno di un hangar dismesso a Aulnay-sous-Bois, nella banlieue di Parigi, c’è stata una grande sparatoria. Stanotte mentre il rapper Booba registrava il videoclip di una sua canzone, circa 20 uomini armati hanno aperto fuoco. Secondo una radio francese, il rapper aveva già lasciato il set perché aveva ultimato la registrazione, ciononostante 3 persone sono rimaste ferite nella sparatoria. Gli aggressori sono ancora in circolo: al momento dell’arrivo della Polizia francese, i colpevoli erano già fuggiti.

LEGGI ANCHE: PANICO A NEW YORK, POLIZIA EVACUA STAZIONE PER PACCO SOSPETTO

Chi è Booba, il rapper francese coinvolto nella sparatoria

Élie Yaffa è nato il 9 dicembre 1976 a Boulogne-Billancourt, Hauts-de-Seine da padre senegalese e madre algerina. Cresciuto a Meudon-la-Forêt, più tardi si sposta a Pont de Sèvres, a Boulogne-Billancourt. Più volte ha mezionato il quartiere nei suoi testi (e che viene chiamato ”Boulbi”). Il suo nome d’arte, Booba, è un omaggio a un suo cugino di nome Boubacar conosciuto durante il suo primo viaggio in Senegal. Spesso si è detto che fosse di confessione ebrea, ma ha smentito affermando di essere musulmano anche se poco praticante.

Booba è famoso anche per le numerose “faide” con altri esponenti della scena rap, e non solo, che lo hanno visto coinvolto nel corso degli anni. Tra queste vanno ricordate senza dubbio quelle con Rohff, Sinik, La Fouine, Kaaris e quella con Fred Musa, conduttore del programma Planète Rap di SkyrockFM.

Nel marzo del 2013 i dissapori con La Fouine sono sfociati in una rissa in una palestra a Miami, di cui sono stati caricati i video su YouTube. A dicembre 2018, attraverso i propri social, Booba sfida pubblicamente Kaaris a presentarsi sul ring per un incontro di MMA, in modo da chiudere definitivamente la faida tra i due dopo i fatti di Orly. Nell’agosto 2018, Damso abbandona l’etichetta di Booba, ringraziando per il supporto ricevuto. Quest’ultimo tuttavia non la prende bene e attacca il rapper belga in svariate occasioni attraverso i social network. A giugno 2019, Damso collabora con Nekfeu alla traccia Tricheur, in cui si scaglia contro il mondo delle etichette discografiche. Booba lo interpreta come un dissing a lui diretto e risponde con nuovi attacchi, sia su Instagram che con alcuni dissing.

Problemi con la giustizia

Il 1º agosto 2018, Booba è protagonista di una violenta rissa con Kaaris all’aeroporto di Orly nella zona duty-free, davanti a centinaia di testimoni. Il tutto culmina con diverse decine di migliaia di euro di danni provocati e con la denuncia dei due rapper e dei rispettivi entourage, posti in custodia cautelare in attesa del processo fissato ai primi di settembre. L’episodio è il culmine di una faida che fino ad allora si era svolta solamente sul web e con frecciate reciproche in varie canzoni. Il 23 Agosto, il celebre rapper francese è stato rilasciato sotto controllo giudiziario, con il divieto di uscire dal territorio francese, aspettando il processo fissato il 6 Settembre al “Tribunal de grande instance” di Créteil. La sentenza arriva ai primi di ottobre e vede i due rapper condannati a 18 mesi con condizionale e al pagamento di 50000 euro di danni.