lunedì, Settembre 23, 2019
Home Calcio Finlandia-Italia, dove vedere la Nazionale. Ecco formazioni e streaming

Finlandia-Italia, dove vedere la Nazionale. Ecco formazioni e streaming

Finlandia-Italia, ecco dove vedere la Nazionale di calcio. Gli azzurri daranno tutto quello che hanno anche in questa ennesima gara della loro storia, che non si preannuncia affatto facile. Fischio d’inizio alle ore 20.45. 

Finlandia-Italia di calcio si disputerà oggi alle 20.45. La Nazionale italiana parte ovviamente favorita, ma sono proprio questi match quelli che più possono nascondere insidie e destare problemi.

L’Italia è un Paese che vive di calcio. Da tantissimi anni, oltre un secolo, la nostra penisola assiste al fenomeno del calcio giocato. Basti pensare che già nel 1887 nasceva il Torino Football & Cricket Club. E qualche anno dopo, nel 1893, nasceva il Genoa Cricket and Football Club. Società che ancora ora, fortunatamente per i propri tifosi, gioca nel massimo campionato di calcio italiano.

Per questo spesso quando si pensa all’Italia si pensa inevitabilmente anche al calcio. Quasi come conseguenza, dopo il clima mite ed il cibo squisito, l’immaginario collettivo pensa al calcio quando pensa all’Italia. Ed in fondo non facciamo assolutamente nulla per smentire tale collegamento. I tifosi italiani sono tra i più caldi del mondo e le rivalità che esistono tra i club del Belpaese hanno pochissimi termini di paragone nel resto del mondo.

Finlandia-Italia, probabili formazioni

FINLANDIA: Hradecky; Raitala, Arajuuri, Toivio, Uronen; Lod, Kauko, Kamara, Soiri; Tuominen, Pukki

ITALIA: Donnarumma; Izzo, Bonucci, Acerbi, Emerson Palmieri; Pellegrini, Jorginho, Sensi; Bernardeschi, Belotti, Chiesa.

Italia, dove vedere la gara

A differenza delle squadre che giocano in campionato, le Nazionali hanno un trattamento diverso. Esse non devono sottostare in maniera eccessiva ai diritti televisivi, che comunque inficiano considerevolmente nei propri bilanci. Tuttavia, essendo i tempi ristretti a causa delle partite che si disputano di solito durante delle pause dei rispettivi campionati, gioco-forza le gare si disputano in determinati intervalli.

Contano invece, ed anche parecchio, gli sponsor tecnici. Assicurarsi il miglior sponsor possibile e la miglior casa per la produzione delle proprie divise è fondamentale per le Nazionali di calcio. Per questo le più vincenti in assoluto hanno dei kit più complessi e remunerativi rispetto a quelle che sono in posizioni più umili del ranking mondiale.

Le aziende che disegnano i kit guadagnano grazie al fatto che i tifosi acquistino tali kit. Ed è proprio per questo che più una Nazionale è vincente, tanto più venderà magliette e pantaloncini, ma anche accessori, capelli ed altri prodotti brandizzati. E, magari, non soltanto nel proprio Paese, ma anche all’estero. In particolare nei mercati che si stanno sviluppando e sono pieni di potenziali acquirenti.

La Nazionale sarà trasmessa sulla RAI

Come accade da sempre, la Nazionale è un’esclusiva della rete nazionale in chiaro di ogni Paese. Così funziona le la legislazione in Italia per quanto concerne i diritti televisivi della squadra dell’intera Nazione.

La RAI, acronimo di Radiotelevisione Italiana S.P.A. è nata nel lontano 1924, quando aveva il nome di Unione Radiofonica Italiana, che poi divenne Ente Italiano Audizioni Radiofoniche. All’inizio potentissimo strumento nelle mani di Mussolini, che la utilizzava per fare propaganda, anni dopo si liberò dalle rigidità fasciste per abbracciare nuovi scopi e metodologie.

Col tempo, infatti, la televisione divenne un servizio pubblico. Viene pensata non solo come occasione di intrattenimento ma anche come strumento di educazione e informazione: si pensa che il mezzo televisivo possa aiutare a combattere il diffuso analfabetismo. In tal senso contribuisce a creare una lingua nazionale ed abbattere i muri divisori dei dialetti.

Nel 1962, dopo Rai1, nasce Rai2. Ci vorranno appena altri 17 anni per vedere nascere Rai3. A partire dal 31 luglio 2009, Tivù Srl – società costituita insieme a Mediaset e Telecom Italia Media in data 24 settembre 2008 – lancia la piattaforma satellitare gratuita Tivù Sat che replica l’offerta televisiva gratuita in digitale terrestre.

Link streaming

La Rai presenta anche una grande offerta in streaming, dover poter vedere gli eventi sportivi e non solo.

LEGGI ANCHE —>  Asta del fantacalcio, ecco tutte le formazioni della Serie A [GRAFICO] 

Alternative

Tra le alternative non a pagamento ci sarebbero piattaforme che offrono la visione da emittenti estere senza che si sfoci nell’illegalità perché, secondo quanto dichiarato dai giudici dell’UE, è possibile vedere le partite in streaming utilizzando dei siti esteri. Stesso discorso non vale per Rojadirecta.

Ecco la lista di alcune alternative:

  • Vip League
  • Live3s
  • Socceron
  • vipleaguelc
  • SportStream365
  • Bahislet
  • StopStream
  • Toplive
  • Veopartidos
  • tv
  • Firstrow
  • BZ
  • 7msport
  • cricsports
  • direttagol