Giuseppe Rossi: “Doping storia assurda e di mer**. Ora aspetto una chiamata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:31

Giuseppe Rossi aspetta una chiamata. Attualmente svincolato, il 32enne ha voglia di ripartire dopo l’esperienza al Genoa e l’incubo doping. L’attaccante ne parla a La Gazzetta dello Sport 

Svincolati 2019, c’è anche Giuseppe Rossi tra i nomi di lusso dei disoccupati nel mondo del calcio. L’attaccante italo-americano, oggi 32enne, ha voglia di ripartire dopo l’ultima esperienza a Genoa della scorsa stagione. Ma soprattutto ha voglia di mettersi alle spalle la questione doping in cui è stato coinvolto.

Il 27 settembre 2018, infatti, sono stati resi noti dei risultati risultati positivi e risalenti al 12 maggio precedente. Il giocatore è stato trovato positivo alla dorzolamide,  il cui utilizzo è possibile solo in una specifica circostanza ma di cui il diretto interessato ha confessato di non sapere nulla in merito. Così il 1° ottobre seguente si svolge il processo a carico dell’atleta, il quale, tuttavia, viene sanzionato solo con una nota di biasimo e senza alcuna pena aggiuntiva.

Giuseppe Rossi: dal caso doping a svincolato

“È vero che è stato rinvenuto l’uso di un prodotto dopante ma è anche vero che da tutti gli accertamenti non è emersa intenzionalità e l’utilizzo è stato di una dose minima”, furono le parole del suo avvocato. “Quindi parliamo di una colpa minima, tanto che il Tribunale ha ragionato con equità e giustizia. È stato un richiamo: che stia più attento, ma lui ancora non si rende conto dove può aver assunto quel prodotto”.

Oggi, ancora amareggiato, Rossi ne ha parlato a La Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Il giocatore però aspetta innanzitutto una chiamata per rimettersi in gioco: “Sto bene da tanto, mi alleno tutti i giorni, non è facile farlo da solo. Aspetto una chiamata, ho tanto da far vedere”. Eppure, questa, non è arrivata: “Mi faccio mille domande, risposte poche”. La questione doping può aver inciso: “Assurda, scioccante. Mi cercavano club importanti, ho perso l’occasione non per colpa mia. Ma non voglio più pensare a quella m… Voglio giocare a calcio, sono bravo a farlo, voglio ancora una possibilità”.

 

Leggi anche: Meteo – Grande instabilità sulla penisola, piogge a nordest e al sud