Imola, la sindaca Manuela Sangiorgi si dimette: “Non sarò un burattino del Pd”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:23

Imola, la sindaca 5 Stelle Manuela Sangiorgi si dimette dal suo incarico

“Non ci sono più le condizioni politiche per proseguire. Ve lo volevo dire proprio oggi, dopo l’Umbria: domani in consiglio comunale rassegno le dimissioni perché o vado col Pd, e sono un burattino del Pd, o si torna al voto. Io ho bisogno di appoggio per fare quello che i cittadini mi hanno votato per fare. Oppure diventavo un burattino nelle mani del Pd, cosa che io non voglio essere. Dimissioni irrevocabili? Sì”. Questa è la decisione del sindaco 5 Stelle di Imola, Manuela Sangiorgi, che dopo oltre un anno (l’elezione nel giugno del 2018) lascia l’incarico. Negli ultimi mesi la sua posizione si è sempre più aggravata vista una maggioranza via via più debole.

Manuela Sangiorgi
Manuela Sangiorgi

 

 

Manuela Sangiorgi, attacco a M5S e Pd

“Sono morta dentro per quello che è successo, per tutto questo trasformismo. Sono appiccicati alle poltrone”. Un chiaro messaggio rivolto agli altri politici del Movimento. Poi l’attacco diretto al Pd: “Quando ha capito che ero debole in Consiglio si e’ insinuato e ha fatto il resto”. Il lungo discorso è avvenuto su un palo a Piazza Matteotti dove lei stessa aveva precedentemente convocato i cittadini.

Leggi anche—> Filippine, terremoto di magnitudo 6.6: c’è un morto