Isis, al-Baghdadi veramente morto. Scelto il successore: è al-Quraishi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:55

Isis, al-Baghdadi è veramente morto. La conferma arriva direttamenrte dalla sua organizzazioen che ha guà un nuovo leader.

Isis, al-Baghdadi veramente morto e a confermarlo sono i suoi stessi uomini, La comunicazione ufficiale è arrivata dal portavoce dello Stato islamico Abu al-Hassan al-Muhajir. Un annuncio audio che è stato pubblicato nelle ultime ore sui siti dell’organizzazione jihadista, e arriva dal nuovo portavoce del gruppo, Abu Hamza al-Quraishi.

Nel suo audio è staro anche annunciato il nome del successore di Abu Bakr al-Baghdadi. Si tratta di Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi. Solo un nome, ma nessuna immagine, ancjhe se l’Isi si è affrettaa a far sapere al mondo che anche lui è un veterano della jihad.

Ma non è tutto perché nel nuovo messaggio audio del portavoce Isis, Abu Hamza al Quraishi, durato circa sette minuti ci sono frtasi precise. Come riferisce l’agenzia Associated Press gli americani vengfono invitati a non gioire in anticipo perché “il nuovo califfo vi farà soffrire più di al-Baghdadi“. In più c’è una minaccia diretta a Donald Trump: “È un vecchio goffo, che la sera ha un’opinione e il mattino ne ha un’altra. E lo Stato Islamico è alle porte dell’Europa e nel cuore dell’Africa”.

Isis al-Baghdadi morto
Isis, al-Baghdadi è morto veramente ma già appare il successore (Getty Images)

Leggi anche: Al-Baghdadi morto in Siria, il leader dell’Isis si è fatto saltare in aria

Isis, chi è veramente il nuovo successore di al-Baghdadi?

Ma chi è Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi, il nuovo leader dell’Isis. Un nome sconosciuto a tutti, ma in realtà potrebbe essere una copertura. Secondo Aymenn al-Tamimi, noto esperto di Isis e ricercatore dell’Università gallese di Swansea, la verità sarebbe un’altra. Come ha riferito alla Reutes, si tratterebbe di Hajj Abdullah, uno dei possibili successori di al-Baghdadi già in passato. Semplicemente portrebbe aver cambiato nome per l’occasione in modo da non farsi riconoscere.

L’annuncio di oggi arriva a poche ore dalla diffusione, da parte del Pentagono delle prime immagini relative al raid che ha permesso l’uccisione del leader Isis. Il generale Frank McKenzie (capo del comando centrale degli Stati Uniti) ha spiageto che “al-Baghdadi si è fatto esplodere con una bomba che indossava. Quindi ha ucciso due bambini piccoli che erano con lui”. Gli Stati Uniti hanno detto di aspettarsi “un attentato di rappresaglia” senza specificare però dove potrebbe accadere.