Auto in fiamme: morta anche la mamma dei tre bambini

Morta anche Hannah Baxter, la mamma dei tre bambini vittime dell’omicidio suicidio compiuto dall’ex marito, tra le fiamme dell’auto.

(Facebook)

Una madre e i suoi tre figli – tutti di età inferiore ai 10 anni – sono morti dopo che la macchina in cui si trovavano era stata incendiata dal suo ex marito a Brisbane. La donna, Hannah Baxter, era rimasta ferita nella strage familiare compiuta dall’ex marito, ex campione di rugby australiano. Il decesso della donna in ospedale è stato reso noto dai media locali. Hannah Baxter, 31 anni, è stata portata al Royal Brisbane e al Women’s Hospital in condizioni critiche. Si è spenta nella serata di mercoledì.

Morta la mamma dei tre bambini deceduti tra le fiamme dell’auto

I tre figli della coppia, di sei, quattro e tre anni, sono morti nel veicolo nel sobborgo di Camp Hill. L’ex campione di rugby invece si è ucciso su un marciapiede poco distante, accoltellandosi. In un primo momento, si era diffusa la voce che l’uomo fosse in macchina con l’ex moglie e i piccoli. La donna aveva urlato ai soccorritori che il marito aveva gettato benzina, prima di perdere poi conoscenza. Dunque, pochissimi i dubbi che l’autore della terribile strage sia Rowan Baxter, nato a Tauranga ed ex giocatore di rugby della Bay of Plenty.

L’ispettore investigativo australiano Mark Thompson ha detto che non era noto se fosse stato usato un combustibile per accendere il fuoco. Ci sono però appunto le testimonianze che raccontano delle urla della donna prima che le fiamme si propagassero investendola completamente. La polizia australiana ha dichiarato che le loro indagini preliminari hanno indicato che la donna stava guidando la macchina e l’ex marito, 42 anni, era sul sedile del passeggero anteriore prima che si consumasse il dramma. “È una scena orribile”, ha detto Thompson in una conferenza stampa. Non se l’è però sentita di parlare di omicidio-suicidio. spiegando che ogni ipotesi era aperta.