Il coming out di Alberto Matano: “L’omofobia provata sulla mia pelle…”

Il giornalista Alberto Matano, nel corso de La Vita in Diretta, fa coming out e racconta una toccante storia sulla sua vita.

L’affossamento in Senato del DDL Zan, il disegno di legge contro l’omotransfobia, con scene di esultanze da stadio in poltrona che hanno fatto il giro del mondo, è destinato a far parlare ancora per moltissimo tempo. E nel corso della puntata pomeridiana de La Vita in Diretta dove si è affrontano l’argomento, il giornalista Alberto Matano si è lasciato andare a delle confessioni importanti sulla sua vita privata toccando nel profondo l’animo dei telespettatori.

Alberto Matano
Alberto Matano (Instagram Alberto Matano)

Leggi anche >>> Arisa: vi spiego la verità sull’amore per le donne | La cantante fa discutere

Il conduttore della trasmissione ha espresso tutto il suo disappunto sul stop in Senato dell’iter per approvare il disegno di legge, arrivando a svelare anche alcuni particolari della sua gioventù fino a questo momento inediti e sconosciuti ai più. Alberto Matano è sempre stato riservatissimo sulla sua vita privata, ma nel corso de La Vita in Diretta si è lasciato andare commosso a una sorta di coming out che ha commosso se stesso e il pubblico. La confessione del giornalista ha fatto il giro del web in pochissimo tempo, diventano subito virale sui social network.

Alberto Matano fa coming out a La Vita in Diretta

Nel corso della puntata de La Vita in Diretta, Alberto Matano si è lasciato andare a una confessione sul suo passato rivelando di aver subito episodi di omofobia: “Vi devo dire che storie come queste fanno particolarmente male, perché è successo anche a me, quando ero adolescente. L’ho provato sulla mia pelle, quindi so cosa significa”. 

Alberto Matano
Alberto Matano (Getty Images)

Leggi anche >>> Giucas Casella sconvolge gli spettatori del GF Vip: “sono stato con un uomo”

Il giornalista e conduttore ha poi dichiarato di sperare che la battaglia intrapresa con il Ddl Zan non si fermi a quanto accaduto in Senato, ma continui: “E allora mi auguro che con il contributo di tutti, su un tema così importante, ci possa essere un supplemento di riflessione. Lo dobbiamo anche a quelle persone che abbiamo appena visto“.