Loredana Bertè, il racconto sconvolgente sulla violenza subita | “Mi sono salvata per miracolo”

Loredana Bertè ed il suo sconvolgente racconto: la cantante, nel corso di un’intervista,  ha rivelato di essere sopravvissuta ad un terribile abuso.

Fin dagli anni Settanta si è confermata come una delle cantanti più apprezzate e rivoluzionarie nella scena musicale italiana. Dopo aver attirato l’attenzione del pubblico con i brani Sei bellissima e Dedicato, Loredana Bertè ha conquistato il pubblico con i singoli E la luna bussò, Non sono una signora e In alto mare.

Loredana Bertè
(web source)

Sorella minore della celebre Mia Martini, morta prematuramente nel 1995, Loredana per diversi anni non si è mai aperta parlando della sua infanzia e della sua famiglia. Dopo la morte di Mia, però, ha rivelato di aver affrontato tante difficoltà.

Cresciute con un padre violento ed una madre assente, secondo Loredana la sorella sarebbe morta a causa dei problemi psicologici causati da tale situazione. Un argomento assolutamente delicato e che ha trovato conferma da parte della sorella Leda.

Questi non sono stati gli unici momenti traumatici che Loredana Bertè si è ritrovata a vivere nel corso della sua esistenza. In un’intervista a Verissimo, insieme alla conduttrice Silvia Toffanin, l’artista ha raccontato della sua vita senza tralasciare un avvenimento assolutamente sconvolgente.

Picchiata e violentata a 16 anni

La carriera musicale di Loredana Bertè ha avuto inizio negli anni Settanta e, ad oggi, la cantante è arrivata a pubblicare 17 album in studio e 5 dal vivo. Ha iniziato ad avvicinarsi al mondo dello spettacolo negli anni Sessanta, entrando nel gruppo di ballo dei Collettoni e Collettini nel 1966. Gruppo che accompagnava Rita Pavone durante i suoi show.

Il racconto scioccante dell’artista risale proprio a quell’epoca. Parlando con Silvia Toffanin, Loredana ha rivelato di aver subito una violenza atroce a soli 16 anni. “Ero l’unica vergine del gruppo e tutte mi diceva di decidermi” ha spiegato l’artista.

“C’era questo tizio che mi riempiva di fiori ogni sera, così alla fine dopo un mese ho deciso di uscire con lui” ha proseguito. Il ragazzo, nonostante le apparenze, aveva ben altre intenzioni in mente.

Loredana Bertè
Loredana Bertè agli esordi della sua carriera (web source)

“Mi portò in un appartamento scannatoio e quando ho sentito che chiudeva la porta col lucchetto mi sono spaventata”: questo momento inquietante ha segnato l’inizio dell’abuso subito da Loredana.

Leggi anche: Loredana Bertè, non solo Mia Martini: ha altre due sorelle | Una gli ha puntato spesso il dito contro

Mi ha riempita di botte, mi ha violentata e io sono riuscita a uscire per miracolo, trovando un taxi che mi ha portata in ospedale perché stavo per svenire”, queste le parole della cantante. Se già oggi per una donna è difficile riuscire a parlare di una violenza come questa, all’epoca Loredana ha dovuto nascondere l’accaduto che ha segnato la sua esistenza.