Maria Grazia Cucinotta, usa i social per combattere una guerra a lei molto vicina

Utilizza i social in maniera intelligente. Non solo per divulgare la propria attività artistica, ma anche per condurre battaglie serie

Maria Grazia Cucinotta ha oggi 53 anni. E’ una delle interpreti italiane più note e apprezzate all’estero. Siciliana doc, è nata a Messina. Ma dalla natia Sicilia ha spiccato il volo, interpretando alcune pellicole che sono e resteranno nella storia del cinema. Italiano e mondiale. Nonostante questo successo planetario, non ha mai perso di vista quelli che sono i valori più importanti. Soprattutto per le donne. E non smette di battersi.

Maria Grazia Cucinotta
Maria Grazia Cucinotta (foto web)

È conosciuta internazionalmente per la sua partecipazione, accanto a Massimo Troisi, al film italiano “Il postino” e per essere comparsa nel film della saga “007 Il mondo non basta”.

Il primo, in particolare, è un film iconico. Siamo nel 1994 e la pellicola è diretta dal regista britannico Michael Radford, conosciuto anche per “Il mercante di Venezia” e “Un colpo perfetto”.

Ispirato al romanzo Il postino di Neruda (Ardiente paciencia), dello scrittore cileno Antonio Skármeta. Film iconico anche perché si tratta dell’ultima interpretazione per l’attore napoletano Massimo Troisi, morto nel sonno solo poche ore dopo la fine delle riprese.

“Sono proprio innamorato, perché io me la sono vista li davanti, la guardavo e non mi usciva neanche una parola […] La guardavo e mi innamoravo”. Frasi celebri, immortali, quelle pronunciate nella pellicola da Troisi.

Quella è certamente l’interpretazione più nota di Maria Grazia Cucinotta. Ma nella sua carriera, una lunga sfilza di film di successo. Solo alcuni titoli: “Maria Maddalena” (2000), “Il rito” (2011), “La moglie del sarto” (2012), “La verità” (2017) e “American Night” (2021).

In prima linea a sostegno delle donne

Nonostante una carriera così intensa, Maria Grazia Cucinotta non ha mai mollato le sue battaglie civili. Soprattutto a sostegno delle donne vittime di violenza. Proprio lei che ha raccontato, in una recente intervista, di essere stata vittima di una violenza sessuale che, solo per la sua tenace resistenza non si è concretizzata.

Maria Grazia Cucinotta (Instagram)
Maria Grazia Cucinotta (Instagram)

Maria Grazia Cucinotta, quindi, utilizza i social in maniera intelligente. Non solo per divulgare la propria attività artistica, ma anche per condurre battaglie serie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Maria Grazia Cucinotta: “Se trovo un ladro gli sparo”

In uno dei suoi ultimi post su Instagram dedica spazio alla comune lotta con Maria Stella Giorlandino e le associazioni Vite senza paura e Artemisia: “Ci siamo unite aiutare le donne (e non solo) che subiscono violenza, non è facile eliminare la violenza, non è facile far cambiare le leggi, che ad oggi non puniscono i violenti a dovere, non è facile salvare le vite di chi denuncia, quando i tempi per il giudizio sono infiniti…..ma noi ci proviamo tutti i giorni e non ci fermiamo, perché vivere la propria vita senza paura è un diritto per tutti”.