Covid-19, l’incubo non è finito e le dichiarazioni del prof. Bassetti non sono di conforto | Attenzione all’Omicron 2

Il drammatico conflitto scatenato in Ucraina dalla Russia ha fatto passare in secondo piano ogni notizia riguardante il Covid-19. Ma…

Non se ne parla più. La guerra in Ucraina ha soverchiato ogni dibattito e ogni informazione. Ma siamo sicuri che la pandemia da Coronavirus sia alle spalle? In realtà, forse siamo già preda di un’altra variante. E, quindi, di un’altra ondata. Ecco cosa potrebbe succedere.

Covid (web source) (1)
Covid (web source)

Il drammatico conflitto scatenato in Ucraina dalla Russia ha fatto passare in secondo piano ogni notizia riguardante il Covid19. Scomparso. Come se non esistesse più. E sono proprio questi i giorni in cui, sostanzialmente, cadono un po’ tutte le restrizioni.

E si allenta anche la morsa del tanto discusso Green Pass. Ecco cosa potrebbe accadere. A spiegarlo è uno dei massimi esperti sul tema. Il direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti.

Bassetti è convinto che sul possibile via libera dell’Aifa all’ampliamento della platea per la quarta dose, anziani e ospiti delle Rsa, “stiamo facendo un errore, abbiamo ancora 10 milioni di italiani che non hanno ricevuto la terza dose, molti pensano che non serva. Con le nuove varianti va completato il ciclo con le tre dosi per avere una maggior protezione”.

Da sempre, il prof. Bassetti è netto, ma prudente. Ecco la sua linea: “Io se dovessi scegliere preferirei una quarta dose in autunno con un vaccino adeguato alle varianti – aggiunge – questo vaccino non lo userei più per fare la quarta dose”.

Sì, perché purtroppo, forse, siamo già stati presi dall’ennesima variante del virus. Che sia l’inizio di una nuova ondata?

Covid: incubo senza fine

Il prof. Bassetti pensa che ormai lo strumento del Green Pass (che pure ha difeso molto) sia superato. E quindi inutile. Ma non per questo, siamo fuori dall’incubo. Anzi, potremmo rimpiombare in una situazione grave come quelle che abbiamo vissuto negli ultimi due anni. Bassetti si dice favorevole alle riaperture. Ma ammonisce: tutto ciò non deve diventare un liberi-tutti.

Anche perché, purtroppo, un’altra, l’ennesima, variante inizia a far paura. Con Delta che è praticamente scomparsa, ormai la maggior parte dei contagi riguarda Omicron 2.

Matteo Bassetti (web source)
Matteo Bassetti (web source)

Molto contagiosa. Ma, sembrerebbe, meno letale. I sintomi sono quelli classici: tosse, mal di gola, naso che cola, magari problemi gastrointestinali. La buona notizia è che in ospedale ci vanno in pochi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Matteo Bassetti: affrontare l’Omicron con una soluzione più drastica e radicale | Vediamo quale

Quinta ondata? Bassetti non la vede così: “Siamo di fronte alla prima ondata di un virus depotenziato dai vaccini”. E che conseguenze avrà sulla nostra vita e sulla nostra salute? Ancora troppo presto per dirlo.