Antonello Venditti, la sua carriera lo ha tenuto lontano | Il rapporto conflittuale con il figlio famoso

Dal 1975 al 1978 è stato sposato con Simona Izzo dalla quale ha avuto un figlio. Che è entrato nel mondo dello spettacolo

Da poco compiuti 73 anni. Antonello Venditti è uno dei cantautori più apprezzati nel panorama italiano. Nasce come esponente di quella prolifica “scuola romana” che ha dato tanti interpreti. Ma ben presto raggiunge una popolarità nazionale. Ha un figlio altrettanto famoso. Anche se tra i due i rapporti non sempre sono stati idilliaci.

Antonello Venditti
Antonello Venditti (foto web)

Dal 1971, anno del suo debutto discografico, ha condensato nel suo repertorio canzoni d’amore e d’impegno sociale. Con 30 milioni di copie è uno tra gli artisti italiani con il maggior numero di dischi venduti.

Tra i suoi più grandi successi non possiamo non menzionare “In questo mondo di ladri”, “Bomba o non bomba”, “Benvenuti in paradiso”, “Sara”, “Giulio Cesare”, “Sotto il segno dei pesci”, “Che fantastica storia è la vita” e “Dalla pelle al cuore”. Ma l’elenco, ovviamente, potrebbe essere lunghissimo, vista la carriera ormai cinquantennale di Antonello Venditti.

Di idee progressiste, non ha mai nascosto le sue posizioni, arrivando anche ad alcuni scontri pubblici con qualche politico. Tifosissimo della Roma, si deve a lui l’inno che i tifosi giallorossi cantano a squarciagola prima di ogni partita della Lupa allo Stadio Olimpico.

Il rapporto non facile con il figlio

Dal 1975 al 1978 è stato sposato con Simona Izzo dalla quale ha avuto un figlio, Francesco Saverio, attore e doppiatore, che gli ha dato quattro nipoti. Oggi 45enne, Francesco Venditti nel 1996 debutta come attore nel cinema con il film Vite strozzate, regia di Ricky Tognazzi, secondo marito di sua madre.

Antonello Venditti e Simona Izzo
Antonello Venditti e Simona Izzo (foto web)

Ma la sua carriera è abbastanza lunga e variegata. Tra gli altri suoi film: “Camere da letto” (1997), diretto da Simona Izzo che lo dirige anche, insieme a Ricky Tognazzi, in “Io no” (2003), “Romanzo criminale”, regia di Michele Placido. Più recentemente lo ricordiamo anche nel film “A mano disarmata”, del 2019.

Ma è anche un apprezzato doppiatore. Tra i divi di Hollywood a cui ha prestato la voce, i più noti sono senza dubbio Ryan Reinolds, Michael Pena, Diego Luna e Giovanni Ribisi.

Passando all’aspetto personale, il rapporto con papà Antonello non è stato sempre facilissimo. Recentemente, come sappiamo, ha anche fatto outing per conto della figlia Alice, innamorata di una donna.

Antonello Venditti con il figlio Francesco (web source)
Antonello Venditti con il figlio Francesco (web source)

Lui, invece, negli anni, ha anche odiato la musica e i grandi successi del papà, che, però, lo tenevano lontano: “Poi con le sue canzoni sono stato in grado di capirlo e di conoscerlo” ha detto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Antonello Venditti, lontano da Roma ho pensato al suicidio | Mi ha salvato un bolognese…

Pure con mamma Simona Izzo, comunque, il rapporto non è stato semplice, sebbene vi sia stata maggiore complicità: “Mi ha sempre dato consigli non richiesti e a volte un figlio li percepisce come giudizi”.