Sindrome del colon irritabile? Ecco quali sono gli alimenti assolutamente da escludere

Nell’invitarvi a rivolgervi sempre ai medici e alla scienza, vi forniamo alcuni consigli che possono aiutarvi a star meglio

Sono tante, tantissime, le persone che soffrono di colon irritabile. Uomini e donne. Una patologia che non dà tregua. Che, a volte, è fastidiosa e invalidante. Oggi vi diamo qualche consiglio per migliorare le vostra condizione tramite l’alimentazione.

Sindrome del colon irritabile (foto web)
Sindrome del colon irritabile (foto web)

La sindrome del colon irritabile è un disturbo della funzione intestinale caratterizzato da dolore addominale in relazione a cambiamenti dell’alvo (o in senso stitico o in senso diarroico) e con segni di alterata defecazione e meteorismo.

Spesso può essere confusa con la colite spastica, che è invece una patologia organica che ha come causa l’infiammazione che provoca spasmi, dolori addominali. Secondo quanto stabilito dalla scienza la sindrome del colon irritabile è caratterizzata da dolore addominale ricorrente, in media, almeno 1 giorno / settimana negli ultimi 3 mesi.

Inoltre possono insorgere problemi relativi alla defecazione. Spesso il periodo di disturbi è associato a un cambiamento nella frequenza delle feci, nonché un cambiamento di forma – e quindi dell’aspetto – delle feci.

Si tratta di una malattia che va tenuta sotto controllo. Per questo vi consigliamo di rivolgervi sempre a medici e specialisti. Oggi noi, invece, vi diamo solo qualche consiglio per provare a migliorare la vostra situazione tramite l’alimentazione.

I cibi da evitare

Sì perché, accanto a una terapia che solo gli esperti possono indicare, la sindrome del colon irritabile può essere combattuta anche attraverso una alimentazione sana. Per cui, cercate di essere attenti e oculati. E potreste comunque avere qualche miglioramento.

In primo luogo consigliamo di evitare qualsiasi tipologia di cibo piccante o pieno di spezie. Questi alimenti, infatti, possono infiammare ulteriormente il nostro colon. In particolare, i cibi piccanti favoriscono l’espansione della irritazione. E, quindi, la situazione può peggiorare.

A chiunque soffra di questa patologia sarà capitato inoltre di avere maggiori disturbi bevendo latte. Ed è proprio così. Per questo ci consigliamo di limitare la consumazione di latticini, latte e formaggi: sono dei cibi pieni di grassi che possano solo appesantire il nostro disturbo.

No ai cibi piccanti (web source)
No ai cibi piccanti (web source)

Da evitare inoltre qualsiasi tipo di dolce, dolcificanti, cioccolato e caramelle. Limitiamo il consumo di caffeina e teina che irritano il nostro intestino e colon. Viceversa, invece, un consiglio positivo è quello di mangiare leggero (magari in bianco) e di bere molta acqua, che possa aiutarci a depurare l’organismo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Un mix a base di broccoli per prevenire il cancro al colon-retto

E aiutiamoci anche con la respirazione corretta, che può consentirci di rilassare i nervi e, quindi, anche il nostro intestino.