Canali TV che si vedono a scacchi? Il trucco per aggirare il problema c’è ed è semplicissimo

La Tv digitale è tanto fantastica quanto problematica per certi versi specialmente quando il canale improvvisamente diventa a scacchi e fa impazzire tutti, giovani e anziani. Lo switch off al digitale terrestre fa discutere per i problemi che sta causando ma si può risolvere con un trucchetto.

Il nuovo sistema Tv è previsto per gennaio 2023 data in cui avverrà lo Switch-off; tutto è cominciato il 15 ottobre del 2021 con un graduale cambiamento volontario da parte dei canali televisivi. Questo periodo che stiamo vivendo però è quello più disagevole per quanto riguarda la nuova sintonizzazione dei canali. Ci sono dei sistemi che ci possono aiutare a superare questo ostacolo con piccoli accorgimenti.

No segnale TV (Fonte Web)

No segnale TV (Fonte Web). Per poter ovviare a questi inconvenienti dei canali che saltano o si vedono a scacchi, internet ci aiuta. Ci sono dei siti che ci forniscono la posizione dei ripetitori che sono vicini alla nostra abitazione per poter direzionare l’antenna per ricevere un segnale ottimale.

Tutto dipende dalla posizione geografica. In questi siti, basterà inserire la nostra regione e la provincia di residenza per accedere ad una mappa che ci fornirà i dati dell’operatore, zona, comune dove il ripetitore è posizionato in modo da poter agganciare il segnale.

Ma c’é un sistema più semplice che possiamo provare tutti che ci aiuterà a risolvere ogni problema con il segnale della nostra TV: Google Maps, un’ applicazione che tutti conosciamo ed usiamo di frequente. Quindi una volta individuati i dati, (su menzionati), che più si avvicinano alla nostra zona di residenza, li incolliamo sulla mappa; quelli da tenere in considerazione sono Latitudine e Longitudine.

Le coordinate andranno inserite sulla mappa digitale negli appositi campi di ricerca dividendoli con una virgola. A questo punto cliccheremo “cerca” e Google Maps ci riferirà un segnaposto del ripetitore.

Un suggerimento è quello di stampare la mappa, quella di Google Maps è orientata verso Nord. Successivamente andranno fatte delle verifiche sull’orientamento del ripetitore per lo spostamento della nostra antenna al fine di catturare al meglio il segnale.

Per esempio, se il ripetitore punta a 90° Nord oppure a Est, l’antenna andrà posizionata verso quella direzione. Questa applicazione ci consentirà finalmente di superare i problemi dei canali a quadratini.