Cerchi un centro estivo per i tuoi figli ma non puoi permettertelo? Ecco l’aiuto economico per chi è in difficoltà

La conclusione delle scuole può comportare problemi organizzativi non da poco per i genitori, che non sanno bene come gestire i figli. Le alternative non mancano, ma in alcuni casi possono rivelarsi costose. Per chi è in difficoltà è ora in arrivo un bonus ad hoc.

Ora che le scuole sono concluse bambini e ragazzi hanno davanti a sè ben tre mesi di vacanza. Come fare quando sono piccoli e non è possiible lasciarli a casa da soli? Cercare di prendere in considerazione le varie soluzioni disponibili almeno fino a che i genitori non potranno godere delle ferie dal proprio lavoro è quindi indispensabile. A meno che non si decida di ricorrere all’orario (in genere non dura comunque più di quattro o cinque settimane), è comunque necessario mettere mano al portafoglio. Questo, però, potrebbe causare problemi non da poco a diverse famiglie.

figli
Foto | Pixabay

In diverse zone del nostro Paese, infatti, vengono organizzati dei campi estivi, molti dei quali coniugano l’alloggio con uno sport, in modo tale da permettere loro di vivere questo periodo all’insegna della leggerezza e dedicandosi a una passione. In alcuni casi viene concessa la possibilità ai genitori di alloggiare nelle vicinanze per poterli tenere d’occhio quando gli impegni nel corso della giornata sono terminati.

Vuoi mandare i tuoi figli a un campo estivo? Ecco un aiuto economico importante per te

Mandare i figli a un centro estivo, anche semplicemente quello diurno senza alcun pernottamento, ha un costo che per alcune famiglie può risultare proibitivo. L’INPS ha però deciso di dare un aiuto concreto a chi si trova in questa situazione e sta pensando di rinunciare per la spesa che dovrebbe sostenere.

Sono i genitori che ritengono di averne bisogno a doverne fare domanda. Il tempo a disposizione per farlo è però davvero poco: il limite massimo è infatti il 20 giugno 2022.

bambini prato giocare
Foto | Pixabay

Il bando permette di ricevere un contributo totale o parziale per partecipare a un campus estivo fino al 10 settembre per bambini e ragazzi che vanno dai 2 ai 14 anni di età. Il periodo trascorso nella località prescelta può andare da un minimo 5 giorni, fino ad un massimo di 4 settimane, anche non consecutive. Chi lo desidera può quindi sfruttare questa possibilità sulla base del proprio tempo libero Molti, infatti, possono avere un periodo di ferie dal lavoro non consecutivo e possono quindi avere la necessità di trovare una “sistemazione” in un diverso arco di tempo.

L’entità dell’importo per la famiglia varia però sulla base del reddito. A fare fede, come spesso capita in questi casi è l’ISEE. Queste le percentuali previste:

  • 100% dell’importo previsto per ISEE fino a 8 mila euro;
  • 95% del riconoscimento per ISEE fino a 24 mila euro;
  • 80% del riconoscimento per ISEE fino a 56 mila (o senza una DSU valida).

In caso di bambini o ragazzi con disabilità grave o gravissima il riconoscimento sarà maggiorato del 50%.

L’INPS provvederà a erogare il pagamento entro il 31 Dicembre 2022.