Serie A, nuovo scandalo: ex calciatore accusato di molestie sessuali | La denuncia choc di due donne

Un ex calciatore della Serie A, insieme a un suo attuale compagno di squadra, è stato accusato di molestie sessuali da due donne. La Procura di Montevideo indaga. 

Dopo le accuse di violenza domestica rivolte a Mason Greenwood dalla compagna, con il calciatore che è attesa a breve alla prima udienza in tribunale, ecco arrivare un nuovo e deplorevole caso di molestie sessuali nel mondo del pallone.

Stadio Serie A (foto web)
Stadio Serie A (foto web)

Dall’Inghilterra si passa, questa volta, in Uruguay dove due calciatori del Penarol, uno dei club più illustri del Paese sudamericano, sono stati denunciati da due donne per reati sessuali. 

La notizia è stata riportata da El Pais che ha svelato come le due ragazze sarebbero state importunate mentre lavoravano a una festa per bambini. La denuncia è stata poi depositata presso la Procura per crimini sessuali della Capitale uruguaiana che, attraverso il Pubblico Ministero Maximiliano Sosa, ha fatto sapere che tratterà la vicenda come qualsiasi altro caso anche si tratta di due personaggi pubblici.

I due calciatori, come dichiarato dall’avvocato delle vittime Valentina Diaz, oltre a palpeggiare le ragazze avrebbero fatto loro anche delle minacce di natura sessuale. Per indagare e cercare di capire quanto accaduto, il p.m. ha chiesto anche di poter visionare le immagini riprese dalle videocamere di sorveglianze del locale dove si è svolta la festa.

I fatti in questione risalirebbero allo scorso mese di marzo e sarebbero ora stati resi noti all’opinione pubblica.

Denunciato per molestie sessuali, un ex calciatore della Serie A rischia grosso

Il quotidiano uruguaiano El Observador ha fatto anche i nomi dei due calciatori che sarebbero i colpevoli di tali reati sessuali. Si tratterebbe di Lucas Viatri e Walter Gargano, centrocampista con un passato anche in Italia al Napoli, all’Inter e al Parma.

Walter Gargano
Walter Gargano (Foto Web)

Il Penarol non ha ancora preso provvedimenti nei confronti dei due calciatori e non lo farà fin quando non saranno accertati i reati commessi. E a parlare della questione è stato Ignacio Ruglio, presidente del club di Montevideo, che ha assicurato l’intervento immediato in caso di colpevolezza dei suoi tesserati.

“Voglio precisare che l’unica cosa che sappiamo è che queste accuse non hanno nulla a che fare con il nostro club. Questo è un qualcosa che riguarda la vita privata dei calciatori. In ogni caso, la società si riserva di intervenire nel modo che ritiene più appropriato quando la giustizia si sarà pronunciata”, le dichiarazioni del presidente del Penarol.